Loano, volontarie della Cri come ostetriche aiutano una mamma a partorire in casa - IVG.it
La storia

Loano, volontarie della Cri come ostetriche aiutano una mamma a partorire in casa

Quel mal di pancia che non passava era l'inizio delle doglie

Croce Rossa Loano

Loano. Ha chiamato il 118 accusando forti dolori alla pancia e senza sapere che cosa le stesse succedendo. Poi, quando l’equipaggio della croce rossa di Loano è arrivato sul posto, la doppia sorpresa: era incinta del suo terzo figlio e stava per partorire.

E’ successo intorno alle otto di ieri sera a Loano, quando due volontarie del comitato locale della pubblica assistenza si sono dovute improvvisare ostetriche per aiutare una straniera di 38 anni a partorire in casa propria.

La donna aveva già due figli ma stavolta non si era accorta di portarne un altro, quindi quando il travaglio è iniziato e lei ha cominciato a sentire forti e inspiegabili dolori addominali si è allarmata a tal punto da richiedere l’intervento del 118. La centrale operativa ha deciso di inviare sul posto un’automedica e di chiedere il supporto dell’ambulanza della croce rossa. Che è arrivata a casa della donna per prima.

“Siamo uscite credendo di intervenire per ‘un mal di pancia’ – raccontano le due militesse, Isabella Monteleone e Sara Canepa – ma quando siamo arrivate sul posto abbiamo incrociato la seconda figlia della signora, che ci è corsa incontro dicendo che c’era un bambino appena nato. Siamo entrate in casa e abbiamo trovato la mamma nel bagno con la bimba a terra. Abbiamo controllato lo stato di entrambe, poi accompagnati telefonicamente dalla centrale del 118 (dove si trovava l’infermiera Daniela Tellini) e in attesa dell’arrivo di Sierra1 da Savona abbiamo fatto sdraiare la mamma sul letto con la figlia tra le braccia“.

A questo punto sono arrivati anche gli operatori del 118, che hanno verificato nuovamente che mamma e bimba stessero bene e poi le hanno accompagnate al pronto soccorso ostetrico del Santa Corona per i necessari accertamenti. Mamma e bambina stanno bene: la piccola Sara pesa 2 chili e 300 grammi e gode di ottima salute.

E chissà che un giorno non decida lei stessa di entrare nella croce rossa di Loano che l’ha aiutata a venire al mondo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.