Laigueglia, gli alunni delle Badarò a scuola di apicoltura - IVG.it
Bzzz

Laigueglia, gli alunni delle Badarò a scuola di apicoltura

L'incontro aveva lo scopo di sviluppare e promuovere il senso di responsabilità nei confronti dell'ecosistema collegato alle api

Laigueglia, gli alunni delle Badarò a scuola di apicoltura

Laigueglia. Ieri gli alunni della seconda delle elementari “Badarò” di Laigueglia hanno incontrato i futuri apicoltori che ora stanno frequentando il corso di formazione per disoccupati realizzato da Elfo e finanziato dalla Provincia di Savona e dal Fondo Sociale Europeo nell’ambito del piano settoriale dell’Ats “Nettare & Ambrosia”. L’incontro aveva lo scopo di sviluppare e promuovere il senso di responsabilità nei confronti dell’ecosistema collegato alle api.

Il percorso didattico, promosso dal consigliere Fabio Macheda, s’inserisce nelle attività di promozione dell’etica della responsabilità dell’assessorato alla politiche scolastiche ed è finalizzato ad educare i giovani alla salvaguardia del bene comune. Obiettivo primario dell’intervento dei futuri apicoltori è coinvolgere le scuole nella sfida della difesa dell’ecosistema delle api, grazie alle quali viene garantito l’equilibrio ecologico che consente alla natura di continuare a sfamare l’umanità attraverso i suoi frutti.

Le attività ludico-formative, strutturate per moduli, hanno coinvolto i piccoli studenti laiguegliesi attraverso percorsi di ricerca-azione incentrati sulle attività delle api, sui valori nutrizionali del miele e sulle tecniche di produzione.

I percorsi didattici sono stati condotti da Ezio Borghi, Federica Ferrua, Petra Franco, Veronica Guarnaccia, Marco Gulino, Nicola Isetta, Massimiliano Lanfranceschina, Marco Massara, Valentina Molli, Brigitte Morandi, Matteo Nari, Ivo Rusca, coordinati dal docente di marketing Franco Laureri e dal tutor del corso Daniela Righi. Insieme a loro le maestre Irene Favoino, Valentina Oldano e Lucia Facchineri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.