Albenga, pronto il Murales sul Giro d'Italia: all'inaugurazione il figlio di Gino Bartali - IVG.it
Wow

Albenga, pronto il Murales sul Giro d’Italia: all’inaugurazione il figlio di Gino Bartali fotogallery

Albenga. Sarà completo entro stasera il murales sul Giro d’Italia che ha preso forma in questi giorni grazie ai ragazzi del Liceo Artistico. Verrà consegnato alla città il 7 maggio, con una piccola cerimonia di inaugurazione alle ore 18 a cui parteciperà il figlio di Gino Bartali.

Entusiasta il vice sindaco Riccardo Tomatis:“La cosa che mi ha fatto più piacere è stata vedere i giovani del liceo artistico lavorare con entusiasmo alla realizzazione di un’opera di street art, coordinati dagli insegnanti e dagli artisti di ‘orticanoodles’. La città ha accolto con entusiasmo questa iniziativa, e molti albenganesi già si stanno recano ad ammirare la realizzazione dell’opera in una zona che, ci auguriamo, grazie a questo lavoro possa essere valorizzata”.

Lo scopo, aggiunge il vicesindaco, è anche quello di dare colore e migliorare una parte della città, nonché far conoscere ai giovani la storia del ciclismo attraverso i volti dei grandi campioni, dipinti con un’espressione che trasmette lo sforzo e la sofferenza necessari per arrivare alla vittoria. “L’evento rappresentato dal Giro si è trasformato quindi anche in uno spunto per la realizzazione di un’opera d’arte che rimarrà nel tessuto urbano della città e che potrà diventare un’attrazione turistica”, ha concluso Tomatis.

“Abbiamo fatto un’opera di arte pubblica – racconta Walter, in arte ‘Wally’, del collettivo Orticanoodles – nel contesto urbano intervengono tanti tipi di linguaggi: il nostro è prettamente popolare e tende ad includere tutti quanti, perché questo tipo di espressione è rivolto a tutti, non è codificato. L’opera nasce dalla richiesta del comune al liceo di realizzare un’opera che ricordasse l’evento della partenza del Giro: abbiamo pensato di fare un lavoro sulla memoria storica del Giro, e così è nato il ritratto di questi otto ‘grandi’. E non temo che il murales possa poi essere ‘sporcato’ da qualche tag: generalmente questo tipo di espressione fa da deterrente, perché si tende a non andare con le semplici tag sulle cose complesse. Quindi questo è anche un ottimo metodo per fare riqualificazione”.

“Il Murales è fantastico – chiosa il consigliere alle politiche giovanili Camilla Vio che ha partecipato attivamente alla costruzione del rapporto tra comune e Liceo Artistico – Sarà il Murales dei ragazzi che si riappropriano di parti della città tristi o grigie restituendo colore, allegria e creatività”.

“E’ un bell’effetto – conferma Ilaria, una delle studenti al lavoro – perché ho partecipato a una cosa che rimarrà, a un ricordo… quando un giorno passerò coi miei nipoti, se ne avrò, potrò dire di aver partecipato anche io a quest’opera d’arte. Poi è anche un’esperienza significativa perché penso a mio nonno, che è appassionato di ciclismo… è una cosa emozionante”.

leggi anche
Albenga, sul Lungocenta un murales di 50 metri dedicato al Giro d'Italia
Writers
Albenga, sul Lungocenta un murales di 50 metri dedicato al Giro d’Italia
murales giro d'italia
Giovani artisti
Ad Albenga prende forma il murales dedicato al Giro d’Italia

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.