Ad Albenga prende forma il murales dedicato al Giro d'Italia - IVG.it
Giovani artisti

Ad Albenga prende forma il murales dedicato al Giro d’Italia

Albenga. Si inizia a delineare visivamente il progetto del Murales dedicato alla tappa del Giro d’Italia del 10 maggio. Il vice sindaco Riccardo Tomatis spiega: “Il progetto è nato dall’idea di riqualificare il Lungo Centa, una zona situata vicino alle scuole e poco curata. Abbiamo programmato insieme agli studenti del Liceo Artistico di Albenga un’autentica opera d’arte, finanziando il murales con risorse del capitolo del Giro d’Italia, partendo dal principio che il Giro non è un evento che dura due giorni, legato soltanto allo sport, ma coinvolge numerosi altri aspetti, tra cui quello artistico e culturale”.

Da qui l’idea della creazione di un’opera realizzata dai ragazzi del Liceo Artistico, legata al ciclismo e ai suoi campioni, che resterà nell’arredo urbano della città. “Non solo commercianti e aziende sono impegnati in questo grande evento – prosegue Tomatis – ma anche i giovani che stanno partecipando attivamente ad una manifestazione di respiro nazionale ed internazionale, che per la prima volta ha unito diverse generazioni e categorie produttive in uno sforzo corale per rendere indimenticabile la Grande Partenza con l’orgoglio di rendere ‘magica’ la nostra città”.

“E’ un chiaro sostegno e supporto alle attività didattiche oggi sempre più in difficoltà – aggiunge Camilla Vio, consigliera con delega alle Politiche giovanili – I ragazzi sono entusiasti di poter sperimentare nuove tecniche seguiti da professionisti del settore, per creare un punto di interesse artistico per la loro città. Un murales a tema per rivalutare una zona grigia, creato dai nostri ragazzi del liceo artistico che sentiranno sicuramente più loro quel pezzettino di Albenga sapendo di averci dedicato impegno e lavoro. Sarà il Murales dei ragazzi, della città in ricordo di un evento importante e significativo come il Giro d’Italia. Siamo stati subito felici di poter organizzare e accogliere il progetto della scuola che era nel cassetto da molto tempo, per dare spazio ai giovani, alla loro creatività e al loro entusiasmo di imparare sperimentando attivamente”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.