Scelta

Regionali, Matteo Piccardi candidato presidente del partito comunista dei lavoratori

Dice Marco Ferrando: "La nostra presenza elettorale in contrapposizione a Paita è perfettamente coerente con la nostra scelta di fondo: quella di stare sempre e solo dalla parte dei lavoratori"

Matteo Piccardi Pcl

Regione. L’ex consigliere comunale di Finale Ligure Matteo Piccardi sarà il candidato presidente della Regione del Partito Comunista dei Lavoratori. La decisione è recente: “Non è più un’intenzione, è ormai un fatto – spiega il portavoce nazionale del Pcl Marco Ferrando – Il nostro partito ha ultimato la raccolta delle firme necessarie per la presentazione delle liste. Un risultato ottenuto attraverso una presenza costante sul territorio con banchetti, presidi, incontri, in particolare a Genova, a Savona e nelle relative provincie”.

“Altre sinistre si sono azzuffate senza risparmio di colpi sulle pagine dei giornali per disputarsi lo spazio a sinistra di Paita. Sono le stesse sinistre (Sel, Prc) che per 10 anni in varie forme hanno sostenuto Burlando e il burlandismo, oltre ad essere abbracciate al Pd nelle principali giunte comunali della Regione. La loro presenza elettorale autonoma è solo conseguenza del fatto di essere state scaricate dal Pd renziano. Ma il loro obiettivo è ricomporre il vecchio caro centrosinistra delle origini. Pastorino è in fondo una costola temporaneamente separata della comune famiglia del centrosinistra in lista d’attesa per la riammissione in famiglia”.

Diverso il punto di vista del Pcl: “Il Pcl è altra cosa. Siamo stati e siamo all’opposizione del centrosinistra come del centrodestra. Siamo nati in alternativa al governismo della sinistra cosiddetta “radicale”, che da un lato parla di lavoratori e dall’altro insegue assessorati e ministeri per governare a braccetto con gli avversari dei lavoratori, a partire dal Pd. La nostra presenza elettorale in contrapposizione a Paita è perfettamente coerente con la nostra scelta di fondo: quella di stare sempre e solo dalla parte dei lavoratori”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.