Un giorno di chiusura in più per le Poste di Cosseria: il sindaco Molinaro non ci sta - IVG.it
Altre news

Un giorno di chiusura in più per le Poste di Cosseria: il sindaco Molinaro non ci sta

Cosseria. Un giorno di chiusura in più per l’ufficio postale di Cosseria a partire da aprile: il sindaco Roberto Molinaro non ci sta. Il primo cittadino di Cosseria infatti ha deciso di scrivere a Poste Italiane per manifestare tutto il suo disappunto rispetto a questa scelta.

“Scrivo in merito alla lettera che mi è pervenuta il 06 febbraio scorso con la quale vengo informato che Poste italiane ha deciso di aggiungere un giorno di chiusura all’Ufficio Postale del Comune di Cosseria. Questa decisone unilaterale incontra il mio totale disappunto poiché abbiamo come chiusura il lunedì e la consegna della posta avviene dal lunedì al venerdì. Purtroppo prendo atto che Cosseria è un Ufficio di transito poiché ogni volta che un dipendente dell’Ufficio Postale acquisisce esperienza, questi viene sistematicamente trasferito ed ogni volta i clienti si trovano per l’ennesima volta in poco tempo a dover pazientare per l’inesperienza dei nuovi arrivati” osserva il sindaco Molinaro.

“Un giorno in più di chiusura è un ulteriore passo per poi successivamente chiudere al sabato e probabilmente chiuderla definitivamente. Per avere un bilancio positivo e vendere prodotti occorre stabilità e personale con esperienza. L’esempio più evidente è il dipendente che attualmente lavora a Cosseria: pare avesse un mese di esperienza, arriva da Savona e non è automunito; durante la scorsa nevicata di modeste proporzioni l’ufficio è rimasto chiuso giovedì 5 febbraio e venerdì 06 febbraio 2015, nonostante avessi personalmente sgomberato l’entrata dalla neve e non ricevendo alcuna telefonata/fax o e-mail che ci avvertisse della chiusura” spiega il primo cittadino.

Il sindaco Molinaro ci tiene però a specificare che il suo sfogo non è contro l’attuale dipendente dell’ufficiale postale: “Sta svolgendo un buon lavoro è preciso e disponibile verso la clientela. Sono disponibile ad un incontro nella sede centrale delle Poste di Savona per cercare di trovare una soluzione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.