Restyling Fenarina e sondaggio Progetto Alassio: l'associazione "U Massatoiu" risponde al sindaco Canepa - IVG.it
La risposta

Restyling Fenarina e sondaggio Progetto Alassio: l’associazione “U Massatoiu” risponde al sindaco Canepa

Alassio. L’associazione “U Massatoiu”, tirata in ballo dal sindaco Canepa per il sondaggio avviato dal gruppo di minoranza Progetto Alassio, risponde alle accuse, ritenute “ingiuste e immotivate di strumentalizzazione” ricevute dall’amministrazione comunale, con al centro il progetto di riqualificazione per il quartiere della Fenarina Alassio.

“Infatti, si ricorda che l’associazione stessa per prima, venuta a conoscenza del bando regionale, ha proposto all’amministrazione di prendere in considerazione la possibilità di partecipare ricevendo dapprima un rifiuto al quale ha fatto seguito un ripensamento da parte della giunta comunale”.

“Questo è dimostrato dal documento consegnato a tutti gli  amministratori, durante l’incontro del 27 ottobre 2014 con gli abitanti del quartiere  di cui pubblichiamo la parte inerente al bando regionale: ….’Sappiamo che è stato emanato un Bando regionale per la riqualificazione di edifici esistenti, da utilizzare in parte per edilizia residenziale e in parte per il sociale, in zone con determinati requisiti. L’area dell’ex Mattatoio li possiede quasi tutti! Se le amministrazioni si fossero attivate per tempo, oggi si potrebbe essere in regola con i parametri previsti dalla Regione, in particolare per quanto riguarda la messa in sicurezza del rio Caudi…Si sarebbe potuto avviare finalmente il recupero tanto atteso, rispettando le esigenze e le aspettative della popolazione, come promesso da tutte le liste in campagna elettorale”.

“Auspichiamo che le promesse fatte dall’amministrazione, dopo aver deciso di partecipare al bando con un progetto non condiviso dall’associazione, di concordare, nelle fasi successive di progettazione, modifiche soddisfacenti per tutti vengano mantenute”.

L’associazione “U Massatoiu dichiara di essere informata dell’esistenza di altri progetti per la riqualificazione della zona. “Essi sono ambiziosi e innovativi e rispondono alle esigenze espresse dagli abitanti. Sarebbe stato segno di apertura al confronto da parte dell’amministrar visionarli insieme, valutarli, coglierne spunti, presentarli alla cittadinanza provare ad attirare investitori privati.  Si sa che “la fortuna aiuta gli audaci” e la nostra Alassio avrebbe bisogno di una scossa che inverta la tendenza al declino di cui purtroppo si vedono molti segnali”.

“Ai cittadini spetta ora valutare in base alle informazioni in possesso l’operato dell’associazione e dell’amministrazione. Noi come vigileremo sempre e sistematicamente sull’operato dell’amministrazione in merito al nostro quartiere e non solo, senza farci intimidire da alcunché, perché abbiamo a cuore le sorti della vita pubblica alassina, del territorio nel significato più ampio del termine e dei suoi abitanti”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.