IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frana a Murialdo, riapre parzialmente la Sp 51: in estate la conclusione dei lavori

Murialdo. Neve permettendo, dopo quasi cinque anni di chiusura, la strada provinciale 51 a Murialdo, in località Isolagrande, sarà riaperta al traffico nei due sensi di marcia venerdì prossimo 6 febbraio, alle ore 10:30, alla presenza del sindaco, del presidente della Provincia Monica Giuliano, dell’assessore regionale alle infrastrutture Raffaella Paita e del Consigliere delegato alla viabilità provinciale Giovanni Ferrari Barusso.

Sarà ripristinata la viabilità in una corsia della sede storica della provinciale. La nuova soluzione permetterà di realizzare un’unico senso di circolazione utilizzando la sede originaria della provinciale in direzione monte e la sede della variante provvisoria in opera dal 2011 con direzione valle.

“Con questa riapertura si consentirà ai mezzi pesanti – ha dichiarato il consigliere provinciale Giovanni Ferrari Barusso – di procedere verso i Comuni di Bardineto e Calizzano senza affrontare il tratto di salita posto immediatamente dopo il ponte Bailey, che diventa molto critico nel caso di nevicate e gelate, inoltre eliminerà definitivamente la possibilità di chiusura del traffico verso l’alta valle Bormida, anche in caso di allerta 2 o di innalzamenti del livello del fiume Bormida, quando la variante provvisoria, secondo il piano di sicurezza, deve essere bloccata al traffico”.

I lavori di messa in sicurezza del versante franato della Sp 51 “Bormida di Millesimo” a Murialdo, sono composti da due lotti funzionali: il primo di importo pari ad euro 2.480.000 ed il secondo pari ad euro 1.000.000. Attualmente sono in corso i lavori di entrambi i progetti. Il primo, in fase di completamento, è finalizzato alla messa in sicurezza del versante mente il secondo lotto è necessario per la ricostruzione della porzione di strada crollata a seguito della frana.

”I lavori – ha concluso il consigliere delegato alla viabilità Ferrari – sono iniziati e proseguono secondo il cronoprogramma previsto. Tale risultato è stato ottenuto malgrado le difficoltà incontrate durante l’esecuzione quando un’altra parte del versante di circa 8.000 metri cubi ha minacciato di cadere. Si è quindi reso necessario modificare il progetto dei lavori, la cui conclusione resta prevista per l’inizio della prossima estate con la definitiva riapertura della strada nei due sensi di marcia nella sede stradale storica della provinciale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ermes
    Scritto da Ermes

    Come buttare i soldi, il ponte è marcio, la scarpata è pericolante e sicuramente avverranno nuove frane. Quindi agendo con logica andava fatta la variante con una carreggiata più ampia e dismettere la strada principale, demolendo il ponte marcio.

    Ma si vede che qualcuno mangia su certi appalti.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.