IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, guerra tra Guzzi e M5S: “L’assessore pensi ai conti del comune. Manca volontà di combattere l’evasione”

Finale Ligure. “L’assessore alle finanze può stare sereno, alle nostre ‘brutte figure’ ci penseremo noi: lui pensi ai conti del nostro Comune”. Musica e parole del MoVimento 5 Stelle di Finale Ligure: e la dedica, neanche a dirlo, è per Andrea Guzzi, da qualche tempo diventato il bersaglio preferito dei “grillini”.

Un battibecco mediatico che, tra botta e risposta, prosegue con il nuovo attacco dei M5S. “Non avete accettato la nostra provocazione forte ma giusta di darvi da fare ed essere richiamati alle vostre responsabilità di Amministratori – è la critica – Ci dite che non dettiamo la vostra agenda: noi infatti abbiamo il nostro lavoro a cui pensare, ma la vostra agenda la state rispettando?“.

“Da quando vi siete insediati a Maggio dello scorso anno cosa avete fatto oltre ad atti dovuti e necessari al proseguo della normale attività amministrativa del Comune? – chiede Michele Menardi a nome del MoVimento – Effettivamente qualcosa avete fatto: avete dato gratuitamente al PD i locali commerciali della ex Farmacia Comunale perché svolgesse le sue falsate primarie di partito, quando potevate benissimo dare la Sala Gallesio o qualsiasi altra sala pubblica già di fatto utilizzata per queste cose”.

Qui si tratta volontà politica – è l’accusa – voi avete una volontà politica forte a fare una seria lotta all’evasione? Non siamo noi a chiederlo, sono i cittadini finalesi. Sicuramente avete molto da fare ma vi ricordiamo che in periodi come questi, in cui i trasferimenti di denari pubblici dallo Stato agli enti territoriali si stanno riducendo, il recupero di risorse finanziarie, quali quelli ottenuti dalla lotta all’evasione sulle false residenze, sarebbe uno dei primi atti da fare immediatamente”.

“Ora spetta a voi rispondere costruttivamente e non piccatamente”, è la conclusione del comunicato. La querelle, a quanto pare, è solo all’inizio: non resta che attendere la prossima puntata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.