Don Giuseppe Pometto lascia Valleggia: trasferito alle tre parrocchie di Stella - IVG.it

Don Giuseppe Pometto lascia Valleggia: trasferito alle tre parrocchie di Stella

Chiesa di Valleggia

Quiliano. Pochi minuti fa, nella chiesa del Santissimo Salvatore di Valleggia, il vescovo Vittorio Lupi, celebrando la Messa prefestiva delle 18, ha annunciato ai fedeli che l’attuale parroco don Giuseppe Pometto sarà trasferito e, nelle prossime settimane, diventerà la guida di tre comunità nel Comune di Stella: san Giovanni, san Bernardo e santa Giustina.

Don Pometto, nato il 26 maggio 1962 a Bergamasco (AL) e ordinato sacerdote il 14 marzo 1987, lascia quindi Valleggia dopo quasi nove anni: si era infatti insediato nel settembre del 2006 subentrando allo storico parroco don Pino Torcello che aveva lasciato per motivi di salute e che sarebbe scomparso nell’estate successiva. A Stella San Giovanni don Giuseppe prenderà il posto di don Mario Saettone il quale, ottantaquattrenne, lascia per l’età ormai avanzata un incarico che aveva fin dall’ottobre del 1996. Nelle altre due parrocchie di San Bernardo e Santa Giustina, invece, don Pometto rileva Lijo Emmanuel Alanickal, indiano trentaduenne “Araldo della Buona Novella”, nominato guida di entrambe le comunità nel luglio del 2013. Don Pometto, come accennato, andrà così a condurre queste tre parrocchie e diventerà anche legale rappresentante delle vicine realtà di San Martino e Gameragna rette dal brasiliano don Mario Florentino Da Silva – il quale manterrà il suo incarico – nell’ottica di una nuova Unità pastorale che andrà di fatto a sovrapporsi all’intero territorio del Comune di Stella.

Con questo ulteriore tassello prosegue quindi la lunga e complessa opera di riorganizzazione territoriale della nostra diocesi da parte di monsignor Lupi che ha visto numerosissimi trasferimenti di parroci e la creazione di diverse Unità pastorali e collaborazioni fra parrocchie. Un puzzle che dovrà essere presto completato con la nomina di un nuovo titolare per la parrocchia di Valleggia, che lo stesso Vescovo annuncerà nelle prossime settimane.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.