Basket Cairo: l'Under 13 si riscatta con due successi consecutivi - IVG.it
Giovanili

Basket Cairo: l’Under 13 si riscatta con due successi consecutivi

Cairo Montenotte. Settimana intensa per l’Under 13, con due incontri vinti; sconfitte, invece, l’Under 15 femminile e l’Under 17. Riviviamo, nelle cronache della società valbormidese, i resoconti dei recenti incontri del Basket Cairo.

Under 13

Basket Cairo – Basket Pegli 66-59

Dopo la sconfitta del turno precedente in casa della capolista Sestri i nostri ragazzi sono chiamati subito alla prova di appello contro il quotato Pegli, diretto concorrente alla seconda posizione del girone. Per gli U13 del Basket Cairo c’è tanta voglia di riscattare la sconfitta della gara di andata e alla palla a due di inizio gara il primo break lo fanno i nostri ragazzi che nonostante alcune imprecisioni in attacco tengono testa agli avversari in difesa costringendoli all’errore ed a molte palle perse; al termine del primo quarto il parziale è di +11 per i valbormidesi. La partita nelle altre frazioni di gioco procede tra alti e bassi con Pegli che tenta il recupero per rientrare in partita e Cairo che senza lasciarsi intimorire dagli avversari cerca di gestire il vantaggio.

Il secondo e terzo quarto sono a favore del Pegli ma con scarti minimi e l’ultimo periodo di gioco inizia con Cairo ancora sul +7 che i nostri atleti mantengono sino al termine chiudendo il quarto con un parziale in perfetta parità sul 20-20. Dopo questo risultato positivo la lotta per la seconda piazza del girone si fa sempre più accesa, tenuto conto che al termine della regoular season ci sarà ancora una fase ad orologio con ulteriori 4 incontri da disputare e sarebbe molto importante riuscire ad aggiudicarsi il piazzamento migliore per poter disputare gli scontri con le dirette rivali sul parquet di casa.

Basket Cairo: Rebasti (13), Siboldi (4), Bottura (13), Arrighini (6), Perfumo (4), Cavallero, Ogici (8), Marenco (5), Carle (7), Brero (6), Siri.

Basket Cairo – Pall. Fortitudo 52-34

Appena il tempo di esultare per il risultato positivo del giovedì sera contro Pegli ed il Basket Cairo la domenica successiva ospita la Fortitudo, compagine savonese sconfitta nel girone di andata con ampio margine. Tra una partita e l’altra i cairesi hanno effettuato il normale allenamento del sabato mattina con molte assenze dovute all’impegno con la squadra Esordienti dei 2003 e altre a causa dell’influenza. La gara della domenica mattina visto l’esito dell’andata e delle molte assenze è occasione anche per un po’ di tourn over.

I savonesi dopo la nevicata del sabato notte si presentano a ranghi estremamente ridotti e per i nostri atleti il conseguente calo di tensione, ma anche le fatiche della settimana, non giovano alla squadra. I nostri atleti anche loro con i primi due quintetti ampiamente rimaneggiati stentano parecchio nel primo e creano il primo vero break solo nel secondo quarto, ma il basso punteggio con cui si arriva a metà gara, 28-14 per i cairesi crea preoccupazione per come si è sviluppato il gioco nei primi due quarti che ha visto molte azioni personali e poco gioco collettivo.

La seconda metà della gara vede gli avversari predisporsi sistematicamente in difesa, al termine di ogni loro azione, piazzando il loro centro in mezzo all’area a cercare di fermare tutto quello che cerca di avvicinarsi al canestro e con il resto del quintetto che attende al di fuori della propria area dei 3 secondi in una sorta di strana zona, che a conti fatti non è neanche tale, l’arrivo dei cairesi in azione di attacco. Purtroppo per questioni di corretta crescita cestistica i nostri atleti non sono ancora in grado di affrontare nella maniera adatta una difesa a zona o difendere in situazioni dove l’avversario gioca portando, anche se male, dei blocchi, ma nella giusta filosofia di crescita di un futuro giocatore queste cose arriveranno un po’ più in là e quando saranno certamente in grado di apprenderle al meglio. Nonostante tutto il risultato non è in discussione e per i ragazzi ora ci sarà una settimana per recuperare le energie necessarie ad affrontare la prossima sfida ancora casalinga contro il Rivarolo.

Campionato Under 15 femminile

Alassio – Cairo 47-23

Avversario ostico quello di domenica per le ragazze dell’U15f del Basket Cairo, infatti sul campo di Borghetto hanno sfidato l’Alassio. All’andata abbiamo visto sfuggire di solo 2 lunghezze la vittoria, premessa che poteva ben augurare per le giallo-blu. La gara si fa subito difficile per le cairesi, schierate con Horma, Irgher, Brero Gioria, Brusco e Boveri, la difesa fa acqua da tutte le parti, un’incontenibile n°4 avversaria, devasta la retina ospite, vede così costretto Coach Trotta a chiamare time-out a soli 3 minuti dall’inizio e ad effettuare le prime rotazioni, fuori Horma dentro Germano S. per mettere ordine in attacco, ma il primo tempo vede un deludente 16 a 2 per le alassine.

Nel 2° quarto l’aggressività si alza parecchio, ma le cairesi non sembrano reagire, Brero Giorgia contiene le penetrazioni avversarie rendendo vita difficile alla loro n°4, ma senza essere troppo aiutata dalle sue compagne, Irgher in attacco segnerà tutti gli 8 punti del quarto, che si chiuderà 12 a 8, 28 a 10 sul tabellone per andare al riposo lungo.

I coach cairesi ordinano la calma alle loro, ci si accorgerà presto che, il metro arbitrarle, scambierà la partita di basket femminile con uno duello di lotta greco romana. Ritornate in campo, la difficoltà a costruire gioco in attacco risulterà molto difficile, le cairesi si adeguano bene in difesa, ostacolando le avversarie con una buona dose di fisicità. Dispiace dirlo, ma a causa di un arbitraggio così svogliato, forse non c’era nulla di meglio al cinema?!, la partita prende una brutta piega, ormai è una questione a chi ne prende di più.

Difficile spiegare e insegnare che tutto ciò va accettato da giocatore, come si riesce a mettere in pratica il lavoro svolto in allenamento durante la partita, se essa non viene presa sul serio da una figura che veste un ruolo importante nel basket? Gli ultimi 2 quarti vedranno i parziali di 10 a 5 e 9 a 8, portando il risultato finale sul 47 a 23 per alassine.

Di certo non ci nascondiamo dietro un pessimo arbitraggio, tanto errori ancora commessi in campo, da una difesa molto poco collaborativa ad una attacco confuso, forzano e con una brutta percentuale da 2, ma avremmo potuto assistere ad uno scontro più corretto e sportivo e magari mettere in serie difficoltà le avversarie, limitando di più la loro unica forte giocatrice.

Coach Trotta e Brioschi , rimangono comunque molto soddisfatti della prestazione, dell’intensità messa in campo e del non arrendersi , reagendo e adattandosi alla gara. Sicuramente siamo sulla strada giusta e anche se i risultati sul campo non ci danno ragione, altri obbiettivi sono stati di lunga raggiunti e superati, tra cui quello di imparare a giocare insieme.

Ecco le atlete scese in campo: Cosoleto, Fiumene, Horma 4, Boveri 6, Brero Giorgia 2, Brusco 2, Bulgaru, Irgher 9, Germano M., Brero Giulia, Germano S.

Campionato Under 17. Domenica 22 febbraio

Basket Cairo vs Ardita Juventus B 20 – 60

Inizia il girone a orologio e la gara si presenta molto difficile per i ragazzi di coatch Maggiolo che si trovano ad affrontare la prima della classe. La squadra gialloblu prova a mettere in campo le proprie capacità e, complice il fatto che gli avversari non presentano la squadra al completo, riesce a mantenere la partita in equilibrio per molto tempo.

Nel primo quarto dopo una partenza forte degli avversari che arrivano al più dieci il Cairo con pazienza prova a rimontare e finisce il tempino con un distacco di sette grazie ai canestri di Ravazza Ballocco e Kokvelay.

Le due squadre continuano nelle rotazioni nel secondo quarto che vede i ragazzi con i soliti problemi di realizzazione (un solo canestro su azione di Bardella) capaci però di difendere con grinta limitando gli avversari; il distacco del quarto è legato alla tripla messa a segno da Garaventa che manda le squadre al riposo sul 22 a 11.

Dopo l’intervallo i ragazzi di Cairo provano a controbattere ancora agli avversari ma dopo cinque minuti dignitosi comincia una serie di errori e regali che consentono all’Ardita di allungare perentoriamente il punteggio sino al più venti della sirena. L’ultimo quarto non ha più storia con l’Ardita che segna a ripetizione ed i nostri che spariscono letteralmente dal campo dando via libera agli avversari.

Per quanto si trattasse oggettivamente di una gara molto difficile, si può provare a trovare alcuni piccoli motivi di soddisfazione che sono legati a quei momenti nei quali la squadra ha messo in campo orgoglio e con una difesa attenta è riuscita a limitare una serie di attacchi avversari; bisogna altresì sottolineare come per questo gruppo la fase dell’attacco rimane ancora un momento di estrema difficoltà con poca capacità di effettuare le scelte migliori e più produttive.

Questi gli atleti scesi in campo:
Baccino Alessandro, Brusco Lorenzo (2), Bardella Kevin (2), Perfumo Davide, Robaldo Filippo, Bazelli Gjerji (1), Diana Andrea, Balocco Federico (5), Ravazza Paolo (5), Pongibove Mattia, Kokvelaj Franz (5), Iardella Giacomo.

Parziali: 6 – 13 (6 – 13), 11 – 22 (5 – 9), 16 – 36 (5 – 14), 20 – 60 (4 – 24).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.