IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora: il museo dei minerali apre alle scuole con un nuovo progetto didattico foto

Andora. Il Museo dei Minerali “Luciano Dabroi”, situato al primo piano di Palazzo Tagliaferro ad Andora, apre alle scuole primarie e secondarie della Provincia di Savona con un progetto pilota “Il Museo strumento didattico”: un programma articolato di visite guidate e laboratori che rende disponibile ai docenti ed agli studenti la splendida collezione di oltre 5.000 pezzi, di provenienza ligure e piemontese, donata al Comune di Andora dal dott. Luciano Dabroi.

Il progetto pilota debutta il 10 febbraio con le prima giornata di laboratori che proseguiranno anche l’11 febbraio ed il 4 marzo con gli alunni di Andora e Laigueglia e che permetteranno di conoscere e studiare la collezione di minerali che, per quantità e qualità, è il secondo Museo di Mineralogia d’Europa.

Alle scuole il Museo propone due laboratori. Il primo è “Paleontologo per un giorno”, rivolto alle classi di quinta elementare. Gli studenti saranno per un giorno dei veri paleontologi: potranno realizzare un calco, imparare le tecniche di scavo e, con l’aiuto dell’operatore, riconoscere, studiare e classificare i fossili ritrovati. Previsti circa 30 minuti di visita guidata nel Museo Mineralogico alla scoperta dei campioni esposti che permetteranno di soffermarsi su proprietà e caratteristiche dei minerali. Il laboratorio sarà articolato in tre tappe fondamentali: Laboratorio creazione del calco – I fossili visita al museo – Simulazione di scavo paleontologico.

L’altro laboratorio è “Geologi per un giorno”, rivolto alle classi della terza media. Questo laboratorio è una scoperta crescente dal “micro-mondo” dei minerali al “macro-mondo” dei vulcani. Previsti circa 30 minuti di visita guidata nel Museo Mineralogico alla scoperta dei campioni esposti che permetteranno di soffermarsi su proprietà e caratteristiche dei minerali. Il laboratorio sarà articolato in tre tappe fondamentali: Visita al museo mineralogico interattiva – Il laboratorio del geologo – Attribuzione di tavole dicotomiche e prove pratiche di riconoscimento minerali .

“Il Museo sta registrando un notevole successo di visitatori, appassionati di minerali, grazie all’apertura settimanale che abbiamo attivato, dal giovedì alla domenica, dalle 15 alle 19, – spiega Maria Teresa Nasi, assessore alle Cultura – Ora vogliamo aprire questo prezioso patrimonio alle scuole, attraverso dei laboratori che siano educativi ed accattivanti. Grazie al lavoro di ricerca di Luciano Dabroi, Andora può offrire ai ragazzi una raccolta di minerali che, oltre ad una ricca varietà di quarzi tramoggiati, contempla elbani di Brosso, rodingiti, piriti e rose del deserto che, negli anni scorsi, sono stati interamente catalogati ed etichettati da un gruppo di volontari con nome, origine e provenienza. I minerali sono conservati in moderne vetrine illuminate che ne mettono in risalto gli straordinari colori ed i magici riflessi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.