Musica

Alassio, applausi per Lorenzo Malvezzi alla rassegna “MezzaLuna d’Autore”

Lorenzo Malvezzi

Alassio. Giovedì 19 febbraio, presso l’Osteria Mezzaluna, grande successo per Lorenzo Malvezzi accompagnato dal percussionista Federico Lagomarsino. Il cantautore genovese ha riscosso il tutto esaurito.

Uno spettacolo in bilico tra il concerto e il teatro canzone. Le “corde” di Malvezzi hanno riportato alla memoria la tradizione della canzone satirica di Jannacci e Gaber. Un viaggio musicale tra le insidie, le sfortune, le gioie e i dolori che caratterizzano ogni singolo. Un viaggio che fa divertire e sorridere senza prendersi troppo sul serio su temi attuali fin troppo seri.

Nei testi Malvezzi è ironico quanto pungente. Le persone presenti, tra ottimo cibo e un buon bicchiere di vino, si sono divertite al ritmo di “canto al ritornello canto”.

Ennesimo successo dell’Osteria Mezzaluna e della rassegna che è giunta quest’anno alla seconda edizione con un semplice ma fondamentale ingrediente: la buona musica d’autore.

Durante la serata a cadenza incalzante il cantautore ha eseguito l’album “Canzoni di una certa utilità sociale”. Lavoro entrato nel gotha della classifica di gradimento radiofonico di tutto il circuito indipendente (in classifica per più di sette mesi dall’uscita del primo singolo).

Malvezzi ha anche “regalato” un brano inedito che sarà inserito nel prossimo lavoro dal titolo, per ora provvisorio, “Filastrocche per bambini cattivi”. Un brano dedicato alle donne, contro ogni forma di supremazia.

“Questo progetto – racconta Malvezzi – è diventato anche uno show di teatro canzone. I monologhi che intervallano i brani danno il giusto spunto per sorridere di ‘cose’ che nel bene o nel male appartengono a tutti noi”.

Una bella serata di musica d’autore in un locale che regala, grazie al suo titolare Gianni Gallo, ogni sera musica dal vivo.

L’appuntamento con la rassegna “MezzaLuna d’Autore” del direttore artistico Massimo Schiavon tornerà a marzo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.