Il vescovo "coadiutore" Guglielmo Borghetti in udienza da papa Francesco - IVG.it
Cronaca

Il vescovo “coadiutore” Guglielmo Borghetti in udienza da papa Francesco

Guglielmo Borghetti

Albenga. E’ stato ricevuto questa mattina da papa Francesco il nuovo vescovo “coadiutore” della diocesi di Albenga-Imperia Guglielmo Borghetti.

La decisione della nomina del “tutor” per la diocesi di Albenga, retta da 25 anni da Mario Oliveri, era arrivata dopo che il nunzio Adriano Bernardini aveva compiuto un’indagine in seguito alle segnalazioni arrivate in Vaticano su una gestione pastorale che appariva “disinvolta”.

Sul vescovo Oliveri si erano infatti addensate molte critiche su vicende come l’aver accolto in seminario aspiranti sacerdoti senza aver esaminato con attenzione la reale vocazione dei giovani, di sacerdoti condannati o indagati per pedofilia, di altri che posano nudi su Facebook, di parroci con tatuaggi e di preti barman in locali notturni.

Del futuro della diocesi oggi il Papa ha voluto parlare direttamente con il nuovo coadiutore, finora vescovo della diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello, chiamato dal 10 gennaio ad essere vescovo “coadiutore” ad affiancare Oliveri con diritto poi di succedergli.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.