Maltrattamenti nella Rsa Vada Sabatia: patteggiano altri due operatori - IVG.it
Cronaca

Maltrattamenti nella Rsa Vada Sabatia: patteggiano altri due operatori

Vado L. Sono stati definiti altri due patteggiamenti per la vicenda dei maltrattamenti sui pazienti nella Rsa Vada Sabatia di Vado Ligure. Questa mattina, davanti al giudice Emilio Fois, altri due operatori del reparto 3D della struttura, Vincenzo Cirillo e Marco Cichero, hanno patteggiato: il primo un anno e sei mesi di reclusione, il secondo un anno (entrambi con la sospensione della pena).

Prima di loro, nei mesi scorsi, anche altri dei dodici operatori colpiti nell’aprile scorso da un’ordinanza di custodia cautelare avevano scelto la via del patteggiamento (con pene dai 14 ai 20 mesi di reclusione). Per tutti gli operatori le accuse erano in concorso e, con ruoli e responsabilità diversi, di maltrattamenti e lesioni. Episodi che, in sede di interrogatorio, davanti alle immagini delle telecamere, gli indagati non avevano potuto che ammettere.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti (a coordinare le indagini era stato il sostituto procuratore Giovanni Battista Ferro), in cinquanta giorni di intercettazioni ambientali erano stati documentati più di 100 casi di maltrattamenti.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.