IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imu su terreni agricoli, bufera ad Albenga: minoranza chiede dimissioni dell’assessore Andreis

Albenga. “Nel prossimo Consiglio Comunale, chiederemo le dimissioni dell’Assessore all’Agricoltura del Comune di Albenga Alessandro Andreis, per manifesta incapacità”. La “bomba” parte da Rosy Guarnieri, ex sindaco e oggi capogruppo della coalizione di Centrodestra in Consiglio Comunale ad Albenga, e da Cristina Porro, capogruppo Lega Nord in Consiglio Comunale. La scelta di chiedere le dimissioni del componente della Giunta Cangiano è arrivata a seguito della riunione dei capigruppo di ieri in vista della seduta del Consiglio Comunale prevista per martedì 23 Dicembre e convocata dai gruppi Lega Nord e Forza Italia per discutere l’inapplicabilità dell’Imu sui terreni agricoli.

“La riunione di capigruppo ha dimostrato come si possa essere giovani della politica, ma vecchi nel far politica. Sembrava tutto concordato tra minoranza e maggioranza, ma poi deve essere arrivata una telefonata dai piani alti. E, come noto, il Pd di Albenga non fa nulla, se non ha l’ordine di scuderia dalle segreterie, una volta è Savona, una volta è Genova, una volta è Roma, a seconda della convenienza o dell’aria che tira” attacca Rosy Guarnieri, in vista della seduta di Consiglio.

“L’argomento da trattare è l’inapplicabilità dell’IMU che dovranno sostenere i possessori di terreni agricoli, i quali, dall’oggi al domani, si sono trovati una tassa in più da sostenere. Come se le difficoltà della crisi e le alluvioni non fossero abbastanza, ci si è messo il governo Renzi, sostenuto da Vazio e ammirato da Cangiano e Andreis. Noi siamo pronti a dare battaglia…e loro?” si chiede l’ex primo cittadino.

“Nonostante le promesse e le parole dei parlamentari liguri, il governo ha risposto con uno slittamento del termine per pagare, dal 16 dicembre al 26 gennaio, lasciando il testo invariato – prosegue Rosy Guarnieri -. Lo stato di calamità per il comprensorio ingauno non è stato ancora dichiarato, quindi niente risarcimento danni: forse troppo impegnato con i giochi di potere delle primarie e con le grandi manovre per le regionali, l’Assessore all’Agricoltura Andreis, che è anche segretario del Partito Democratico, non ha saputo difendere la categoria , come fatto da altri comuni che hanno determinato una tariffa più bassa di quella ordinaria”.

A richiedere le dimissioni dell’Assessore, saranno i gruppi di minoranza di Lega Nord e Forza Italia. “Come recita l’antico proverbio, chi dorme non piglia pesci. Andreis ha dormito, non ha fatto alcunché per tutelare il territorio e la categoria degli agricoltori, fondamentale per l’economia del nostro territorio. Siamo certi che continuerà a dormire, perché non muoverà un dito per aiutare gli agricoltori. Per questo motivo, chiederemo le sue dimissioni immediate, per manifesta incapacità” conclude Rosy Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.