Carcare, mezzo chilo di hashish nell'officina: in manette gommista di 37 anni - IVG.it
Cronaca

Carcare, mezzo chilo di hashish nell’officina: in manette gommista di 37 anni

droga sequestrata cairo

Carcare. Un arresto, una denuncia e mezzo chilo di hashish, oltre a 80 grammi di cocaina, sequestrati. E’ il bilancio dell’operazione antidroga conclusa ieri sera dai carabinieri di Carcare con il supporto dei colleghi del Nucleo Operativo di Cairo Montenotte.

I militari, impegnati nel normale servizio di controllo del territorio, ieri sera, a pochi passi dal centro di Carcare, hanno controllato due uomini, un italiano ed un cittadino senegalese. Il cittadino straniero, di 46 anni, è stato trovato in possesso di circa 10 grammi di marijuana. A quel punto i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cairo Montenotte hanno deciso di effettuare una perquisizione all’interno dell’officina nella quale lavora il cittadino italiano, Maurizio Chiarlone, sospettando che potesse esserci nascosto altro stupefacente. Un’intuizione che si è rilevata corretta visto che nel locale è stato trovato mezzo chilo di hashish, circa 80 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione.

Per Chiarlone, un trentasettenne residente a Carcare, di professione gommista, sono scattate le manette con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il cittadino senegalese è stato invece denunciato a piede libero per lo stesso reato.

La droga rinvenuta, destinata – come hanno precisato dalla Compagnia cairese dei carabinieri – ad essere venduta a giovani nella Valbormida in occasione delle imminenti festività di inizio anno, è stata sequestrata. “L’attività condotta è da considerarsi senza dubbio molto soddisfacente, in funzione di prevenzione della delittuosità, e non si escludono ulteriori sviluppi” si sono limitati ad aggiungere gli investigatori a proposito dell’operazione antidroga.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.