IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Ciangherotti e Perrone (FI): “Appello a Burlando per aprire il liceo musicale”

Albenga. “Grazie ad un’intuizione dell’amministrazione Guarnieri, la città di Albenga, dal 2011, è tornata a far girare il suo nome in tutto il mondo anche per un concorso pianistico internazionale “Città di Albenga”- memorial Maria Silvia Folco. Nella sfida di quest’anno, grazie alla consolidata bravura del direttore artistico albenganese Isabella Vasile, l’evento ha registrato la partecipazione di oltre 200 giovani talenti che sognano di avviarsi alla carriera concertistica. Ciò nonostante, Albenga non ha ancora il suo liceo musicale. Negli ultimi quattro anni, il Comune era riuscito ad ottenere il liceo artistico e il liceo sportivo, ma, a dispetto delle già 1200 firme di sottoscrizione della petizione, adesso la Regione Liguria non ha ancora accolto la richiesta di numerose famiglie che vorrebbero nell’offerta formativa della città delle torri anche l’opzione del liceo musicale”. Lo dichiarano in una nota i consiglieri comunali di Forza Italia Ginetta Perrone ed Eraldo Ciangherotti.

Prosegue la nota: “Per questo motivo, siccome Cangiano e Tomatis sono troppo impegnati con la campagna elettorale per Raffaella Paita per occuparsi della città, come gruppo comunale di Forza Italia lanciamo un appello al presidente della Regione Claudio Burlando e all’Assessore all’Istruzione Pippo Rossetti. L’apertura ad Albenga di un liceo musicale, per la sua posizione geografica e per la sua radicata cultura musicale, colmerebbe una grave lacuna, in quanto in tutta la nostra provincia (a fronte dei 113 licei musicali presenti sul territorio nazionale) non esiste ancora quest’offerta formativa, e permetterebbe agli studenti del nostro territorio e delle provincia di Savona e Imperia di proseguire o intraprendere tale percorso senza essere discriminati rispetto ad altri, così come previsto dal diritto-dovere allo studio della scuola dell’obbligo”.

“Se oggi non vi sono, negli istituti del Giordano Bruno, aule sufficienti per ospitare un nuovo corso scolastico, questo non può essere una giustificazione per l’inerzia dell’Amministrazione Vazio-Cangiano. L’iter normativo infinito del polo scolastico per Albenga non può essere una scusante. Nelle proprietà comunali vi sono molti palazzi, adattabili, provvisoriamente, a scuola musicale. Non ultimo, l’ex cinema Astor o la sede dell’ex Tribunale oramai in disuso grazie al governo sostenuto dal Pd e da Franco Vazio, o ancora il Palazzo Oddo. Il Liceo musicale rappresenta per Albenga e il territorio limitrofo un’opportunità improrogabile, proprio perché, oltre all’accesso a ogni corso universitario, permetterebbe agli studenti di proseguire gli studi negli Istituti di Alta Formazione Musicale (ex Conservatori) creando figure di alto profilo professionale nell’ambito della pratica musicale e di inserirsi facilmente in tutti gli ambiti tecnologici, artigianali, aziendali e commerciali legati alla musica”. Conclude la nota dei consiglieri forzisti ingauni Perrone e Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.