Albenga, Centro Pannunzio inaugura venerdì la mostra "Meminisse iuvabit" - IVG.it

Albenga, Centro Pannunzio inaugura venerdì la mostra “Meminisse iuvabit”

marco giordano

Albenga. “Meminisse iuvabit – i nostri maggiori”: questo il titolo della mostra che verrà inaugurata venerdì 19 alle ore 18.00 nelle sale del terzo piano di Palazzo Oddo, ad Albenga. “E’ una valida occasione per riscoprire l’importanza storica di Pannunzio e del centro che ne porta il nome – dichiara il professor Pier Franco Quaglieni, presidente fondatore del Centro Pannunzio – portando alti i valori della cultura in tutte le sue sezioni”.

“Che la sezione di Albenga e del Ponente accolga la mostra dell’artista della Versilia Marco Giordano significa collegare due litorali marini – continua Quaglieni – uno dei quali si richiama idealmente alla cultura di Mario Pannunzio mentre l’altro vide Pannunzio, lucchese, passare le sue estati giovanili insieme a Benedetti, a Tobino, agli scrittori di cui ha scritto magistralmente la collega e amica Carla Sodini in un libro edito nel 2011 dal Centro Pannunzio e dedicato al mondo intellettuale di Pannunzio e dei suoi amici lucchesi”.

Seconda tappa di un progetto itinerante a livello nazionale che ha avuto inizio a Torino, presso il Palazzo Cisterna della Provincia, l’esposizione metterà a disposizione del pubblico le pregevoli opere del maestro e musicista jazz Marco Giordano. Come ben sottolineato da Giovanni Ramella nella presentazione dell’artista, Giordano “nella tecnica del dripping ha acquistato una maestria riconosciutagli concordemente da autorevoli critici”, sviluppando la sua pittura “in direzione di un espressionismo lirico”.

L’affermato artista toscano ha ritratto, per l’occasione, dodici persone illustri che hanno inciso nella storia del settimanale “Il Mondo” di Pannunzio, lasciando una traccia intellettuale all’interno dello stesso “Centro Pannunzio”, ma anche e soprattutto nella storia d’Italia.

“La mostra non è solo un’occasione artistica importante – chiosa Marco Servetto, coordinatore ligure del Centro Pannunzio – ma è anche un omaggio all’Italia civile e laica raccolta attorno al settimanale “Il Mondo” di Pannunzio, che ha segnato la storia della cultura e del giornalismo italiani del II Novecento, un’Italia intransigente sul piano etico, capace sul piano politico, di alto livello sul piano culturale”.

La mostra, organizzata in collaborazione con la Fondazione Oddi, sarà visitabile dal 19 dicembre al 9 gennaio presso le sale del terzo piano di Palazzo Oddo, secondo i consueti orari di apertura, dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.