Economia

Tagli agli stipendi in Cooperarci, entro 15 giorni il voto dei soci. Presidente Gengo: “Necessari per stabilizzare l’azienda”

cooperarci

Savona. Nuova assemblea dei soci di Cooperarci ieri sera: all’ordine del giorno ancora la difficile situazione economica. Una situazione, spiega il presidente Laura Gengo, “derivante dalla situazione di crisi generale e nello specifico del settore dei servizi alla persona”.

Ieri sono stati presentati i dati di chiusura del Bilancio al 30 settembre 2014, ma soprattutto si è parlato delle dolorose contromisure: sul tavolo l’ipotesi di un taglio temporaneo degli stipendi per gli oltre 420 tra soci lavoratori e dipendenti, di cui 392 a tempo indeterminato.

Il nuovo Piano Aziendale, continua il presidente, sarà “accompagnato da misure di tipo strutturale quali la chiusura di alcune attività o la cessione ad altri soggetti, tenendo conto dei vincoli contrattuali e di concessione che abbiamo rispetto ai nostri committenti per la maggior parte pubblici. Aggiungo, inoltre che per il nostro “povero” settore di intervento la possibilità di avere certezza di budget, di ottenere gli idonei riconoscimenti economici a fronte della sempre più ampia gamma di obblighi, di qualità, di formazione, di professionalità e di rischi che ogni giorno affrontiamo, rivestono elementi di sostanza”.

Entro 15 giorni sarà convocata una nuova assemblea: i soci dovranno approvare o bocciare i provvedimenti prospettati.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.