Politica

Regione, Melgrati e Siri: “Non vogliamo più il Ncd dalla nostra parte in Consiglio, stiano con il centro sinistra”

melgrati

Regione. Il capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati e il capogruppo della lista Biasotti Aldo Siri hanno preso carta e penna e hanno scritto una lettera al Presidente del Consiglio Regionale Michele Boffa. Questa lettera sarà sottoposta martedì alla firma del capogruppo della Lega Nord Maurizio Torterolo e alla consigliera del gruppo misto Raffaella Della Bianca. Lo fanno sapere i due consiglieri regionali che spiegano: “Nella lettera si chiede lo spostamento dei tre esponenti del Nuovo Centro Destra, che in Liguria (e non solo) dovrebbe chiamarsi Nuovo Centro Sinistra, dalla parte destra dell’emiciclo del Consiglio regionale, zona riservata alla minoranza, alla parte sinistra, area occupata dai consiglieri di maggioranza”.

“Martedì ho spostato – continua Melgrati – su incitamento di Aldo Siri, i segnaposto dei consiglieri dell’Ncd in Consiglio dall’altra parte, dalla parte della maggioranza. Mi sono preso gli insulti di Saso, che mi ha chiamato anche “imbecille”. Preferisco essere imbecille che “traditore”.

“Questi consiglieri del Ncd hanno tradito il mandato elettorale dei cittadini; infatti, eletti nelle file del Pdl, con provenienze politiche diverse, dall’Msi per Saso alla Dc per Garibaldi e Rocca, votano costantemente i provvedimenti proposti dalla maggioranza di Burlando, Paita e Kompagni, sia in Commissione che in Consiglio Regionale, facendo da stampella a questa maggioranza dilaniata da faide interne”.

“Infatti sempre di più sono le volte che, per marcare la differenza di posizione su singoli provvedimenti, l’uno o l’altro dei consiglieri di maggioranza “spariscono” come per incanto dalle commissioni e dal Consiglio regionale, facendo mancare il numero legale. Questo, sempre evidenziato dai consiglieri di minoranza, porterebbe alla paralisi il parlamentino regionale e le commissioni”.

“Meno male, per la maggioranza, che ci sono i tre “campioni” del Ncd, sempre pronti, con la loro presenza, a garantire il numero legale, nella speranza di un posto in quel tanto vituperato “listino” che la maggioranza di sinistra non ha voluto abolire. E sempre di più fioccano le dichiarazioni di vicinanza alla futura coalizione di centro-sinistra da parte degli esponenti di Ncd in Liguria ai massimi livelli”.

“Ma si sa, “Franza o Spagna purché se magna”, e va bene, ma si trasferiscano dalla parte della maggioranza. Questo lo devono per rispetto a tutti i cittadini di centro-destra che li hanno votati ed eletti. Noi nella porzione riservata alla minoranza non ce li vogliamo più!” conclude Melgrati.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.