Cronaca

#allertameteoSV, la cronaca LIVE del 15 novembre fotogallery

Provincia. Ore 19,30 Aggiornamento da Trenitalia: ripresa alle 19.00, su un binario, la circolazione ferroviaria sulle linee Genova – Milano e Genova – Torino. Operati due dei quattro binari, uno sulla linea principale via Giovi (via Mignanego) ed uno sulla linea dei Giovi (via Busalla). Ancora sospesa la circolazione sulla linea Acqui Terme- Ovada – Genova per movimento franoso fra Rossiglione e Campo Ligure. I treni fanno capolinea a Ovada e a Campo Ligure e sono sostituiti con bus via autostrada. Sulla linea Ventimiglia – Genova rimane interrotto il tratto tra Imperia Oneglia ed Albenga. Operativo il servizio ferroviario Ventimiglia e Imperia Oneglia e tra Genova-Savona e Albegna. Attivato un servizio sostitutivo con bus tra Imperia e Albenga che percorre via autostrada senza fermate intermedie.

Ore 18.45 E’ iniziata la conta dei danni e la corsa alla messa in sicurezza, domani è prevista una giornata di “bel tempo”, ma già da lunedì torneranno piogge e temporali.

Ore 17.50 Per l’instabilità meteo, la Protezione civile della Regione Liguria ha deciso di prorogare l’allerta 2 che doveva finire questa sera alle 24 , fino a domattina, domenica 16 novembre, alle 8 per i bacini marittimi di levante (da Portofino alla Spezia). Prevista allerta 1, sempre fino alle 8 di domattina, per la zona da Noli a Portofino e per le valli genovesi, Scrivia, Trebbia e Aveto. Per la zona del ponente ligure e Valbormida prevista criticità ordinaria, al di fuori dell’allerta.

Ore 17.30 A Tovo San Giacomo allagato il Museo dell’orologio.

Ore 17.10 A Savona l’intervento della ruspa ha ripristinato una situazione di normalità in via Nostra Signora degli Angeli. Smottamenti si registrano in diverse zone della città. Una frana ha interessato il tratto di via Schiantapetto, davanti al Gulliver, nessun pericolo per cose, persone o viabilità. Al Gabbiano riaperta la Coop. Riaperti alcuni tratti ferroviari tra Savona e Albenga.

Ore 17 Aggiornamento sul meteo da Limet: le violente precipitazioni che hanno martoriato Genova e il ponente quest’oggi, provocando l’esondazione di molti fiumi e torrenti tra cui il Polcevera, stanno finalmente mollando la presa. Il radar meteo ci conferma che le precipitazioni si stanno lentamente esaurendo, anche se si registrano ancora locali rovesci che perdono però la caratteristica di persistenza che hanno assunto per tutta la giornata. Si vede la luce in fondo al tunnel, domani si conteranno i danni.

Ore 15.50 Aggiornamento sulla situazione a Tovo San Giacomo: “Ad ora – spiega il sindaco Alessandro Oddo – siamo riusciti a liberare la parte terminale della piazza centrale di Tovo dai tantissimi detriti che la frana delle 12.00 di oggi staccatasi dal versante ha portato a valle. Oltre alla distruzione dell’area ecologica, questo importante smottamento ha completamente ostruito il rio che attraversa il centro abitato e di conseguenza l’acqua ed il fango stanno defluendo lungo piazza Don Zunino e lungo la centrale via Roma”.

“La condotta è completamente ostruita e siamo in attesa dei mezzi per rompere una parte della soletta per permettere così temporaneamente il rientro dell’acqua: speriamo di poter intervenire entro stasera; in caso contrario i lavori riprenderanno domattina. Ne approfitto per ringraziare la squadra di volontari della Protezione Civile di Tovo San Giacomo, gli operai comunali, l’Ufficio Tecnico, la Polizia Locale e tutti coloro che ci stanno dando una mano in questo momento difficile. Raccomando ancora prudenza” conclude il sindaco.

Ore 15.15 Aggiornamenti dal sindaco di Albisola Superiore Franco Orsi: “Superata la fase di emergenza la squadra di protezione civile è ora in giro per pulire le strade infangate e per aiutare chi ha ancora allagamenti con le idrovore. Sarebbe opportuno togliere le auto in via Piave e via Emilia così si può passare con il bobcat (che è una piccola ruspa gommata) a levare il fango. Invito tutti quelli che hanno patito danni a fare foto, lunedì vi diremo come segnalare i danni subiti sperando che venga messa a disposizione qualche somma di ristoro. Il meteo è dato in miglioramento per le prossime ore, rii e torrenti sono ora sotto i livelli di guardia”.

Ore 14.40 Ad Albissola Mare preoccupa la situazione del rio Basco: in via precauzionale il Comune ha ordinato lo spostamento delle auto parcheggiate in via dei Ceramisti e la chiusura del centro storico per evitare che, in caso di esondazione, i cittadini possano trovarsi in strada. Gli amministratori ribadiscono l’invito a non uscire di casa.

Ore 14.26 In via Corridoni a Savona, nella zona della Rusca, si è verificato un piccolo smottamento che ha costretto alcuni residenti della zona ad evacuare per qualche minuto le loro abitazioni.

Ore 13.45 A Savona problemi sempre in via Vittime di Brescia, chiusa al traffico e via Nostra Signora degli Angeli per esondazione del rio Cadeina, sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco. Letimbro sotto controllo e sotto il livello di guardia. Meteo in attenuazione, si sta spostando verso levante. In quasi tutti i punti della città che hanno subito allagamenti e danni, come via Nizza, via Bruzzone e piazza di Lavagnola, corso Ricci, Legino, stanno intervenendo le forze dell’ordine, Vigili, Protezione Civile e personale Ata.

Ore 13.48 Ad Andora le acque del Merula sono scese sotto il livello di guardia. Questa mattina è giunto ad Andora il viceprefetto Andrea Santonastaso che ha attivato il Centro Operativo Misto, dopo una riunione operativa. “Il maltempo non è ancora terminato. Il rischio rimane perché la pioggia scende ancora incessante e la perturbazione è ancora su Andora – dice il sindaco Demichelis -. Invito i cittadini alla massima prudenza: non uscite di casa, non sostate vicino a rii e torrenti. Non usate la macchina. Non soggiornate in abitazioni, garage e box a rischio inondazione. L’allerta prosegue fino a mezzanotte. Attendete che la situazione di fine emergenza sia dichiarata ufficialmente.”

Ore 13.11 A Bergeggi cinque famiglie sono bloccate all’interno del condominio Merello, in condizioni di sicurezza. Presente la Protezione civile sul posto per provare a portarle via.

Ore 13.00 Impossibile fare l’elenco di tutti i danni, gli allagamenti, gli interventi dei vigili del fuoco, ricordiamo solamente a tutti di attuare le misure di autoprotezione e di non uscire di casa se non assolutamente indispensabile.

Ore 12.00 NON E’ stata confermata l’esondazione del Letimbro voce che circola incessantemente in rete, come l’evacuazione dell’Ipercoop che invece è stato chiuso per precauzione. Parzialmente crollato il muro di una abitazione in via Oxilia, dove stanno accorrendo i vigili del fuoco che sono impegnati anche in via ns monte, dove sono segnalate delle persone all’interno di un garage che è allagato.

Ore 11.34 I vigili del fuoco di Albenga, preceduti da una pala gommata che libera la strada da detriti e ogni altro oggetto piovuto sulla strada, stanno cercando di raggiungere il levante di Alassio per cercare di liberare i binari e consentire la ripresa della circolazione ferroviaria.

Ore 11.27  “Invito tutti a rimanere in casa e mettersi per strada solo per ragioni di necessità. – così il sindaco di Finale Frascherelli – Si sono verificati numerosi smottamenti in località bracciale , sulla 490 in corrispondenza della cabina dell’enel, sull’aurelia sopra il porto. È chiusa la 490 tra la Piaggio e la nuova rotonda , è chiusa la provinciale per orco , è chiusa via fiume e sono chiuse via calvisio e via lungo Sciusa.”

La situazione nel letimbro verso le ore 12

Ore 11.14 Il sindaco di Savona Federico Berruti invita la cittadinanza a restare in casa. In particolare rimangano in casa i cittadini anziani e i bambini. Si eviti di movimentare autoveicoli e motocicli e di accedere a cantine, garage, box e in genere in ogni luogo a rischio di allagamento. I vigili con gli altoparlanti  stanno girando per la città  dicendo di non uscire di casa e che alcune vie che vanno verso il mare sono chiuse, chiuso il ponte che attraversa il torrente lavanestro. Probabile che anche l’Ipercoop di corso ricci chiuda in via precauzionale. Chiusa anche la piscina di via Zanelli.

La situazione ad Albissola

Ore. 11.00 Ad Albisola è esondato il rio Bascio, ad Alassio il rio torrente Tiennna è esondato allagando strade e scantinati. Aurelia tra Borgio e Finale letteramente allagata, chiusa la via Aurelia tra Ceriale ed Albenga.

Ore. 10.40 Frana in passeggiata Cadorna, levante di Alassio, sul posto stanno intervenendo anche i tecnici di RFI perchè sembra interessi anche il tracciato ferroviario.

Ore Ore 10.00 Due persone sono state salvate dai vigili del fuoco ad Andora, erano rimasti intrappolati in una taverna della loro abitazione mentre cercavano di mettere in salvo alcuni oggetti. A Loano Via Aurelia aperta ma con alcuni tratti semiallagati, via pontassi chiusa, Rio casazze (rio fine) a rischio esondazione in alcuni punti in particolare nella zona dal piccolo ponte di confine con Borghetto (via mantova) e alla foce. Alcune vie in zona vignasse chiuse.

Ad Albenga il sindaco Giorgio Cangiano lancia un appello: “Se vedete strade con con bandelle rosse/bianche significa che la strada è chiusa! Non togliete le bandelle e NON entrate in queste strade! Non uscite di casa. Abbiamo chiesto rinforzi alla Regione e stanno arrivando. Le previsioni danno ancora un’ ora circa di pioggia forte, tutta la Protezione Civile è impegnata e mobilitata”. Interrotta la via Aurelia tra Borghetto e Ceriale per una frana a Capo Santo Spirito. A Finale Ligure chiusa al traffico via Calvisio, impossibile garantire la sicurezza dei mezzi in transito.

Tre pali della luce pericolanti sulla provinciale del cadibona a Savona, all’altezza del distributore Q8,  minacciano di precipitare nel fiume e far franare anche parte dell’argine, la frana sta lambendo via nazionale piemonte. I vigili del fuoco devono attendere che sia tolta la tensione prima di poter intervenire.

Ore 09.55 “Aurelia interrotta in entrambe le direzioni a Bergeggi tra il bivio per Bergeggi e quello per Torre del Mare. – così il sindaco Arboscello – Si prega di non utilizzare la provinciale che passa per il paese come deviazione in quanto non è perfettamente percorribile e va lasciata libera per i mezzi di soccorso. La priorità è la salvaguardia dell’incolumità delle persone.”

Mezzi della protezione civile in azione a Pietra Ligure nella zona del Maremola

Ore 09.50 Grosso smottamento a Varazze nella zona della ex cartiera, nella valle del Pero, i vigili del fuoco stanno cercando di raggiungere la zona.

Ore 09.40 Frane sulla provinciale che da Tovo San Giacomo porta verso Magliolo, allagamenti in via Duomo ad Andora. Sempre ad Andora il Merula è oramai al limite degli argini. Polemiche a Savona dove la piscina Zanelli alla foce del letimbro, è chiusa ai pallanuotisti e alle sincronette, ma è aperta al pubblico e c’è pure gente che sta nuotando.

09.23 L’Aurelia al km 596 tra Finale Ligure e Varigotti ci sono due case isolate a causa dell’ennesimo rio esondato e che sta bloccando l’Aurelia con detriti rendendo difficile raggiungere Varigotti.

Ore 09.15 TPL vista la situazione critica in tutta la provincia e per garantire la sicurezza di passeggeri e lavoratori ha sospeso le corse sino a quando la situazione non sarà più tranquilla. I vigili del fuoco hanno chiesto la chiusura della provinciale che collega Alassio con la frazione di Moglio a causa delle numerose frane e dei rii che sono fuori controllo. Mentre in centro si segnalano numerosi allagamenti a garage e ad appartamenti ai piani terra delle abitazioni.

Ore 09.00 Il sindaco di Celle Ligure invita la popolazione a non uscire di casa e a salire ai piani alti, il Ghiare è a rischio esondazione. A Savona le strade sono transitabili, nonostante in diversi posti vi siano tombini che sputano acqua in strada. Le macchine possono circolare regolarmente anche a Lavagnola, dove la situazione pareva difficile. L’unica vera criticità è in zona Nostra Signora degli Angeli, dove ci sono diversi condomini isolati dato che la gente non può uscire di casa. In strada, infatti, l’acqua raggiunge il mezzo metro d’altezza.

Ore 08.50  Critica la situazione a Spotorno dove il rio Corvetto è al limite e molte zone della città sono già allagate.

Ore 08.40 A Vado Ligure è esondato il Segno, nella zona dell’ex fornicoke, sul posto si stanno recando le squadre di protezione civile per evacuare alcune famiglie.

Ore 08.10 Savona è letteralmente divisa in due, sono stati chiusi tutti i sottopassi di via Nizza, chiuse al traffico via Guidobono e via Mazzini. A Ceriale nuovamente esondato rio San Rocco. A Noli la “fiumara” preoccupa i residenti.

08.04 Ad Andora il Merula ha meno di un metro prima di esondare, dal comune arriva l’appello di abbandonare i piani bassi delle abitazioni e di non cercare di recuperare macchine, motorini o di recarsi in garage o cantine.

07.53 I vigili del fuoco di Varazze stanno intervendo in via Gervasio ad Albisola Superiore dove si è verificata una frana, lo smottamento ha colpito auto e moto parcheggiate.

La situazione in via Nostra Signora degli angeli a Savona

07.43 “Situazione critica anche su Bergeggi. Se non strettamente necessario si consiglia di non mettersi in viaggio e rimanere in caso utilizzando tutte le misure di autoprotezione necessarie.” questo l’appello del sindaco di Bergeggi. Bloccata anche la ferrovia ad Albenga.

07.39 Aurelia chiusa tra Spotorno e Noli, sempre a Spotorno il torrente Serra ha quasi raggiunto gli argini. A Savona i due rivi in via Nizza all’altezza della Mercedes sono usciti, l’Aurelia è invasa da rami e detriti, prestare MASSIMA ATTENZIONE. Chiuso il casello della A10 di Albisola.

Agg. ore 7.27 Questo l’avviso appena diramato dal comune di Albenga . Attenzione! NON usare l’Auto se non in casi di vera urgenza. Restate a casa . La Strada da Lusignano al confine con Villanova è chiusa e bloccata per un frana, Sotto passo Aurelia Bis bloccato e pieno d’acqua

Sulla costa piove ininterrottamente dalle tre di questa notte, decine gli interventi dei vigili del fuoco e dei volontari delle protezione civile per allagamenti e piccoli smottamenti.

La situazione alla foce del Letimbro questa mattina all’alba.

La frana più grave ha nuovamente interessato la via Aurelia tra Alassio e Albenga che è stata nuovamente chiusa dai tecnici dell’Anas. Sempre ad Alassio i vigili del fuoco hanno soccorso due anziani che abitano al piano semi-interrato in un alloggio sulla via Aurelia. L’abitazione era semi allagata quando i soccorsi sono giunti sul posto.

Situazione critica anche a Savona dove la pioggia continua a cadere incessantemente, a preoccupare maggiormente è la situazione a Lavagnola.
Nel levante a Stella Corona, frazione di Stella San Giovanni, è esondato un rio in località Droppo che sta allagando i piani bassi di alcune case.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.