Finale Ligure: riconoscimento alla “pista delle biglie”, progettata anche per bambini disabili

Finale L. La “pista delle biglie” di Finale Ligure è stato inserito come esempio di “gioco accessibile” nella pubblicazione “Edilizia scolastica”, edita dalla Wolters Kluwer Italia: il gioco, progettato per essere utilizzabile anche dai bambini disabili ha ottenuto così un nuovo riconoscimento dal manuale curato da specialisti di progettazione e normativa finalizzato al recupero dell’edilizia scolastica, in vista dei finanziamenti attivati dal Decreto Ministeriale 156 del 2014.

Il gioco, ideato dall’architetto finalese Deborah Ballarò e prodotto dalla “Fima”, una nota azienda emilana di arredo urbano che lo commercializza sia in Italia che all’estero, ha visto installato il primo prototipo il dicembre dello scorso anno proprio a Finale Ligure.

“Il progetto ha suscitato l’interesse di numerosi enti locali e associazioni che si occupano del superamento delle barriere architettoniche, da quando è stato installato a Finale è stato ripetutamente segnalato da riviste specializzate” spiega l’architetto Deborah Ballarò.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.