Politica

Emergenza maltempo, le primarie del Pd rinviate all’11 gennaio

Liguria. Tutto rinviato all’11 gennaio. Questa la decisione del Partito Democratico dopo la seconda alluvione che ha nuovamente colpito Genova e larga parte del territorio ligure: le primarie per la presidenza della Regione, previste in origine per il 14 dicembre, si terranno quindi nel 2015.

Una scelta che era stata caldeggiata da più parti, alla luce dell’emergenza in cui il maltempo ha gettato l’intera regione. Dopo la prima alluvione, verificatasi il 9 ottobre, si era già scelto di posticipare dal 14 al 21 dicembre: in quel caso non era mancata però qualche polemica, sia per il breve lasso di tempo sia perché si trattava dell’ultimo weekend prima di Natale.

Dopo i nuovi fenomeni che hanno messo in ginocchio la regione, dunque, era arrivata anche dagli stessi candidati: Cofferati aveva diramato un comunicato stampa spiegando che riteneva “indispensabile ridiscutere i tempi e le modalità delle primarie per rendere compatibile l’esercizio della democrazia con le condizioni materiali e le priorità della Liguria”.

Una richiesta condivisa da molti: e così ieri il Pd ligure, “con un accordo unitario” ha deciso di rinviare le primarie all’11 gennaio. Ad annunciarlo il segretario regionale Giovanni Lunardon, che ha voluto sottolineare come la decisione sia stata condivisa dal vice segretario nazionale del partito Lorenzo Guerini. “La nostra priorita’ ora è l’alluvione – le sue parole – e lì vanno tutti i nostri sforzi”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.