IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teknoservice, lavoratori in stato di agitazione ad Albenga e Varazze. Sindacati: “Basta ‘cortine fumogene’!”

Albenga/Varazze. Fp-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti hanno dichiarato unitariamente lo stato di agitazione dei lavoratori di Teknoservice, l’azienda che gestisce i servizi di igiene ambientale. I sindacati contestano da tempo le criticità relative all’organizzazione del lavoro, la sicurezza dei cantieri e dei mezzi utilizzati, i livelli occupazionali ritenuti complessivamente insufficienti alle reali esigenze per svolgere tutte le attività previste, l’utilizzo dei lavoratori in rapporto alle mansioni e il rispetto dei contenuti del contratto nazionale applicato.

“Tutto ciò si aggiunge alla mancata o anomala retribuzione legata agli straordinari svolti da tempo dai lavoratori e alle criticità più volte emerse e che mettono in forte difficoltà i dipendenti in merito alla gestione delle cessioni del quinto dello stipendio e degli assegni famigliari” spiegano le organizzazioni sindacali.

“Teknoservice conosce bene queste questioni che evidentemente non vuole o non è in grado risolvere – continuano – forse pensando di continuare ad alzare ‘cortine fumogene’ per evitare discussioni di merito”.

I sindacati denunciano che “l’azienda non si è presentata ad un incontro convocato dal sindaco di Varazze nei giorni scorsi per discutere le criticità segnalate. Stiamo attendendo di conoscere e discutere il progetto di riorganizzazione che Teknoservice, prima dell’estate, ha dichiarato di voler approntare per risolvere le criticità di Albenga. Siamo di fronte di una totale assenza dell’azienda nel nostro territorio: al degrado progressivo nelle relazioni sindacali e all’acuirsi di problemi ben lungi dall’essere risolti, sta inoltre corrispondendo il ricorso sempre più frequente, da parte dell’azienda, a contestazioni disciplinari nei confronti dei propri dipendenti”.

“Se Teknoservice pensa di continuare a non affrontare e risolvere queste problematiche la risposta dei lavoratori e del sindacato non si farà attendere” concludono i sindacati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.