Rifiuta di fare il prelievo ematico dopo incidente per "paura degli aghi": assolta - IVG.it
Cronaca

Rifiuta di fare il prelievo ematico dopo incidente per “paura degli aghi”: assolta

tribunale Savona aula

Ceriale. “Mi sono rifiutata di fare il prelievo ematico perché ho paura degli aghi”. Così questa mattina l’imputata di un processo ha spiegato al giudice perché, dopo essere rimasta coinvolta in un incidente stradale, non si era sottoposta al test per verificare la presenza di sostanze stupefacenti nel sangue. I fatti risalgono al 15 febbraio del 2013 quando la donna, C.C., a Ceriale aveva perso il controllo della Ford Fiesta di cui era al volante ed era finita contro un cartello stradale.

Dopo lo schianto, che per fortuna non aveva avuto gravi conseguenze, la pattuglia intervenuta per i rilievi aveva chiesto che l’automobilista in ospedale venisse sottoposta all’alcoltest ed al prelievo ematico per la rilevazione di eventuali sostanze stupefacenti. La donna però si era categoricamente rifiutata di sottoporsi ad entrambe le prove (anche all’etilometro nel quale avrebbe dovuto soltanto soffiare) e per questo era stata denunciata.

Stamattina in tribunale è stato celebrato il processo: in udienza C.C. ha ribadito di non aver fatto il test per paura degli aghi. Vista la particolare motivazione, il giudice ha ritenuto di assolverla perché il fatto non sussiste per essersi rifiutata di fare il prelievo ematico, ma l’ha condannata ad un anno e 4 mila euro di multa per non essersi sottoposta all’alcoltest.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.