Pallanuoto, Len Euro Cup: la Carisa Savona soffre in avvio, poi ingrana e batte la Dinamo Astrakhan - IVG.it
Sport

Pallanuoto, Len Euro Cup: la Carisa Savona soffre in avvio, poi ingrana e batte la Dinamo Astrakhan fotogallery

Savona. Carisa Rari Nantes Savona e Waspo 1898 Hannover, le due favorite per il passaggio ai quarti di finale, hanno debuttato nel migliore dei modi, vincendo i rispettivi incontri della prima giornata del qualification round II.

L’incombenza di aprire le danze nel girone D, che si svolge alla “Zanelli” di Savona, è spettata proprio alla squadra guidata da Alberto Angelini. In avvio di gara i biancorossi hanno pagato l’eccessiva tensione e hanno subito 2 reti nel primo periodo di gioco, senza riuscire a sbloccarsi in fase offensiva.

Una volta riordinate le idee, nella seconda frazione di partita la Carisa ha cambiato marcia e ha ristabilito la parità. Le due squadre sono arrivate al cambio vasca sul 3 a 3.

La Dinamo Astrakhan, però, ha tenuto testa ai padroni di casa per l’intero incontro. Nel terzo tempo massimo equilibrio: due segnature per parte e parità persistente.

Nell’ultimo quarto il Savona ha sferrato l’allungo decisivo. Trascinati dalle reti di Alesiani e Fiorentini, i migliori realizzatori dell’incontro, i biancorossi hanno piegato la resistenza dei russi, che nel finale di gara si sono trovati decimati dalle espulsioni, a carico di Aksenov, Basik e Buyak.

La Rari Nantes Savona si è imposta per 9 a 7, superando così quello che, probabilmente, sarà il secondo ostacolo più duro del girone. Il più temibile sarà il Waspo 1898 Hannover che ha schiantato la Ligamus Tbilisi con il risultato di 15-5, dopo aver archiviato la partita già nella prima metà, conclusasi 9 a 0.

“Inizialmente abbiamo pagato un po’ l’impatto con le coppe europee che per molti di noi rappresentava una novità assoluta – dice il top scorer del match Alesiani -. Sono, però, contento di come abbiamo reagito con carattere alle difficoltà”.

Il tabellino:
Carisa Rari Nantes Savona – Dinamo Astrakhan 9-7
(Parziali: 0-2, 3-1, 2-2, 4-2)
Carisa Rari Nantes Savona: Simone Antona, Jacopo Alesiani 4, Luca Damonte 1, Jacopo Colombo, Lorenzo Bianco, Michele Pesenti, Federico Mistrangelo 1, Luca Fulcheris, Giovanni Bianco, Simone Grosso, Alberto Agostini, Goran Fiorentini 3, Nicolò Zerilli. All. Alberto Angelini.
Dinamo Astrakhan: Anton Antonov, Vladimir Basik 1, Alexander Aksenov 2, Dmitry Andreev, Victor Buyak, Mikhail Krasnov, Armenak Elizbaryan 2, Ali Abutkin 2, Ilya Belyy, Taras Malkov, Arseniy Shaydakov, Petr Markoch, Kiril Korneev. All. Dmitry Stratan.
Arbitri: Radoslaw Koryzna (Polonia) e Ernest Iñesta Peralta (Spagna). Delegato Len: Stefan Bottlik (Slovacchia).
Note. Usciti per tre falli Aksenov a 3’47” dalla fine del terzo tempo, Basik a 2’52” dalla fine del quarto tempo, Colombo a 12″ dalla fine del quarto tempo. A 5″ dalla fine del terzo tempo è stato espulso per gioco scorretto Buyak. Superiorità numeriche: Savona 5/10 più 1 rigore segnato, Astrakhan 2/6 più 3 rigori di cui 2 segnati.

Il tabellino del secondo incontro della serata:
Waspo 1898 Hannover – Ligamus Tbilisi 15-5
(Parziali: 5-0, 4-0, 3-3, 3-2)
Waspo 1898 Hannover: Roger Sen-Wei Kong, Andreas Schlotterbeck, Erik Marcin Bukowski 6, Lukas Taplick 1, Mate Balatoni 2, David Matteo Josef Kleine 1, Predrag Jokic 2, Ingo Pickert, Felix Haarstick, Bence Toth 2, Bojahn Paunovic 1, Marton Sagi. All. Karsten Seehafer.
Ligamus Tbilisi: Zurab Chumburidze, Beka Kavtaradze, Zurab Chikvaidze, Revaz Imnaishvili, Alexander Rusishvili, Aleksandre Kazakhishvili 1, George Khvedeliani, Mikheil Baghaturia 1, Zurab Rurua 2, Konstantine Gegelashvili 1, Alexander Urushadze, Nikoloz Shubladze. All. Vladimer Iselidze.
Arbitri: Michalis Birakis (Grecia) e Akif Uz (Turchia). Delegato Len: Stefan Bottlik (Slovacchia).
Note. Usciti per tre falli: Haarstick a 6’58” dalla fine del secondo tempo, Khvedeliani a 1’18” dalla fine del terzo tempo, Jokic e Gegelashvili a 5’19” dalla fine del quarto tempo, Chikvaidze a 3’32” dalla fine del quarto tempo, Kleine a 1’24” dalla fine del quarto tempo.

Domani, venerdì 31 ottobre, alle ore 10 debutterà il Vojvodina Novi Sad contro la Ligamus Tbilisi. Alle ore 11,30 si affronteranno Dinamo Astrakhan e Waspo 1898 Hannover. La Rari Nantes Savona resterà alla finestra, per poi giocare alle 19,30 contro il Vojvodina Novi Sad.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.