IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Minoranza di Albenga: “Appena 120 giorni di governo e Cangiano aumenta solo tasse e spese”

Albenga. “Il bilancio del nulla, del vuoto assoluto, firmato e targato Partito Democratico di Albenga e compagni. Un bilancio, quello previsionale 2014-15-16 che non solo non taglia le spese ma pure aumenta in maniera significativa e pesante il carico fiscale sulle famiglie”. Un attacco senza fronzoli, così come nel loro costume, quello della minoranza ingauna, composta da Guarnieri, Ciangherotti, Perrone e Porro, dopo il consiglio comunale “fiume” di ieri sera.

“Carta canta, c’è poco da dire – scrivono i 4 in una nota congiunta – Si passa, nelle entrate tributarie, dai 21 milioni e 643 mila euro del 2013 (Amministrazione Guarnieri) ai 23.839.201 del 2014 (Amministrazione Cangiano). Sì, perché, l’avevamo già detto nel consiglio Consiglio Comunale di inizio settembre, con la delibera della Tasi, votata all’unanimità dall’intera maggioranza, sono state colpite le famiglie e, con il pretesto della “marchetta” (così come l’aveva pubblicamente definita il Capogruppo del PD Consigliera Guerra) sono state privilegiate alcune, pochissime categorie, per colpire tutte le famiglie albenganesi, fingendo di concedere riduzioni e agevolazioni sulla prima casa per i figli, le persone disabili e gli anziani, a patto che nessuno dei diretti beneficiari abbia anche solo una minima percentuale di proprietà di un altro alloggio su tutto il territorio nazionale”.

“Questa Amministrazione, purtroppo – prosegue la nota – non percepisce la crisi economica di questi tempi e non sa lavorare come un buon padre di famiglia che, nei momenti di difficoltà (che volere o no tutti viviamo nella quotidianità lavorativa) taglia le spese e cerca di risparmiare. No, questa Amministrazione Cangiano allo sbaraglio ha aumentato il carico fiscale di 2 milioni 196 mila euro e non solo non ha tagliato le spese, ma anzi le ha aumentate di 1 milione 485 mila euro, pari al 5,1% in più. Neppure una qualche vendita di immobili del patrimonio Comunale, per cercare di fare cassa senza gravare ulteriormente sui cittadini. L’unica voce invariata resta la tassa sulla spazzatura che si assesta, grazie alla lungimiranza della precedente Amministrazione Guarnieri, sui 5 milioni di euro all’anno. Nessun lavoro pubblico in programma, se non la messa in sicurezza ed agibilità degli edifici scolastici, per i quali è arrivato il finanziamento statale, e la pulizia del fiume Centa grazie alla provincia”.

“Noi possiamo, ad oggi, rilevare solo una cosa. Caro Sindaco, nei primi 5 mesi dal vostro insediamento, avete solo aumentato le imposte comunali per i cittadini. Per il resto, vivacchiate alla giornata e lo dimostra il fatto che, su una pratica così impegnativa del Consiglio Comunale, come il bilancio di previsione, al di là dell’apprezzabile trattazione da parte dell’Assessore al Bilancio Avv. Paola Allaria, non ci siano stati altri interventi da parte vostra, proprio per l’imbarazzo dell’intera maggioranza ad aver firmato e sottoscritto un bilancio “lacrime e sangue”, fors’anche senza averlo compreso fino in fondo”. Concludono i Consiglieri di Forza Italia, Eraldo Ciangherotti e Ginetta Perrone, e della Lega Nord, Rosy Guarnieri e Cristina Porro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.