Altre news

Cresce l’export nel savonese: nel primo semestre 2014 + 4,4%, exploit dei prodotti chimici

Beute infineum

Savona. In Liguria, nel secondo trimestre 2014, si registra una crescita pari al 3,9% dell’export: questa dinamica si ridimensiona al +1,0% se si sommano i dati relativi al primo trimestre. Il contributo fornito all’export nazionale non subisce particolari flessioni, passando da 1,6 % nel 2013 all’attuale 1,7%. I dati sono stati forniti da Unioncamere Liguria

In provincia di Savona, nonostante il 2° trimestre sia stato di segno negativo (-1,4%), l’export nel periodo gennaio-giugno ha segnato un +4,4%: i prodotti chimici si confermano la voce principale dell’export provinciale (il loro peso sfiora il 50%), con un incremento del 16,5%, seguiti dai prodotti petroliferi (+13,1%) e dai prodotti agricoli in calo del 9,6%.

In calo l’export verso i primi 2 Paesi nella graduatoria provinciale: Francia (-3,3%) e Germania (-12,6%), in risalita il mercato spagnolo (+3,9%).

“L’attenzione allo sviluppo sostenibile e alla prevenzione nel campo della salute, della sicurezza e dell’ambiente sono i valori fondamentali della Infineum Italia di Vado Ligure – come ci sottolinea l’Ing. Marco Macciò, presidente dell’azienda -. Il nostro stabilimento di Vado produce additivi di ultima generazione per oli lubrificanti, molto richiesti all’estero verso cui fatturiamo oltre il 90% della nostra produzione: le vendite sono prevalentemente orientate verso i Paesi dell’Unione Europea (circa 50%), con quote significative verso il Bacino del Mediterraneo, il Nord America (10%) e i Paesi dell’Estremo Oriente (15%)”.

“Siamo riusciti ad instaurare efficaci collaborazioni di lungo periodo – prosegue l’Ing. Macciò – con altre eccellenze liguri operanti in vari settori che, oltre a ottimizzare i costi di gestione, offrono una positiva ricaduta tecnologica sull’economia locale e contribuiscono allo sviluppo del settore sia in ambito nazionale che in campo internazionale”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.