Campagna antinfluenzale, la Asl 2 mette a disposizione 60.700 dosi di vaccino - IVG.it
Altre news

Campagna antinfluenzale, la Asl 2 mette a disposizione 60.700 dosi di vaccino

vaccino

Savona. La campagna di vaccinazione antinfluenzale 2014/2015, come indicato da disposizioni regionali, inizierà su tutto il territorio della Asl 2 Savonese il 27 ottobre per proseguire sino al 31 dicembre. Medici del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta provvederanno, come ogni anno, all’esecuzione delle vaccinazioni. E’ inoltre possibile effettuare le prenotazioni presso gli ambulatori territoriali di Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL 2 presso gli ambulatori presenti sul territorio della provincia.

La composizione del vaccino per la stagione 2014 – 2015 è la seguente: antigene analogo al ceppo A/ California /7/2009( H1N1) pdm09; Antigene analogo al ceppo A /Texas/ 50/2012 (H3N2); Antigene analogo al ceppo B Massachusetts /2/2012.

Per la campagna vaccinale la Asl 2 ha messo in preventivo l’acquisto di 60.700 dosi di vaccino antinfluenzale, più un ulteriore 20% in caso di forte richiesta. “Ad oggi i medici di medicina generale hanno già ritirato più di 11.000 dosi di vaccino, ma siamo solo all’inizio e nei prossimi giorni si prevede un incremento di tale numero” spiega la Dott.ssa Maria Paola Briata, direttore della S.C. Igiene e Sanità pubblica dell’Asl 2 savonese.

“Quest’anno è stata posta particolare attenzione alla promozione della vaccinazione antinfluenzale nei soggetti giovani ed adulti ricoverati in strutture riabilitative. Migliorare l’offerta vaccinale nei soggetti in età infantile ed adulta considerati a rischio, rappresenta un obiettivo prioritario su scala nazionale. La vaccinazione ad oggi rappresenta il principale strumento di controllo dell’influenza, essendo in grado di ridurne l’incidenza e le sue complicazioni”.

Il vaccino è infatti indicato e offerto gratuitamente alle seguenti categorie: anziani di età pari o superiori a 65 anni e soggetti in età infantile e adulta affetti da determinate patologie.

“Si rammenta che la campagna di vaccinazione si protrarrà sino al 31 dicembre, con possibilità di superare anche tale data in base alla richiesta; il vaccino produce protezione entro una settimana dalla somministrazione e che tale copertura perdura per 6-8 mesi; l’epidemia influenzale si manifesta solitamente nel periodo attorno alla metà gennaio ed ha il suo culmine nelle prime due settimane di febbraio; i primi isolamenti del virus influenzale avvengono usualmente nel periodo compreso tra l’ultima decade di dicembre (casi sporadici) e la prima di gennaio” precisa la Briata.

“Si ricorda infine che nei soggetti ad alto rischio e negli anziani è fortemente consigliabile effettuare la vaccinazione per pneumococco, le cui indicazioni sono sostanzialmente identiche a quelle dell’antinfluenzale. La vaccinazione è offerta gratuitamente con le stesse modalità della campagna antinfluenzale”.

Le prenotazioni possono essere effettuate direttamente o telefonicamente presso gli ambulatori di Igiene e Sanità Pubblica di: Savona, Albenga, Loano, Carcare, Vado e Varazze a partire dal 3 novembre.

Sempre in tema di vaccinazioni, il 25 ottobre a Savona, presso il Centro Igea, si terrà la seconda edizione del convegno “Il vaccino previene. Tutti lo sanno ma non tutti lo fanno”, organizzato dal Dipartimento di Prevenzione. “Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un continuo aggiornamento delle nostre conoscenze sulle vaccinazioni e sulle le possibilità di prevenire alcune importanti patologie. Le vaccinazioni hanno dimostrato di essere in grado di offrire protezione sempre più ampia ma anche garanzia di sicurezza ed efficacia. Inoltre, tale pratica comporta benefici non solo ai soggetti vaccinati, ma anche ai soggetti direttamente in contatto con la popolazione vaccinata inducendo protezione nei soggetti non vaccinati (herdimmunity)” sottolinea ancora Maria Paola Briata, responsabile Scientifico dell’evento.

“Nonostante la crescente innovazione tecnologica in ambito vaccinale – dimostrata dal numero e dalle caratteristiche dei vaccini registrati negli ultimi anni – mediamente il tasso di adesione ai vaccini cala di un punto percentuale all’anno, ma la diminuzione è molto più marcata nelle aree dove operano le associazioni di controinformazione. Come anche dichiarato recentemente dal Ministro della Salute Lorenzin: “L’assenza di alcune malattie è infatti come la libertà: ti accorgi di quanto sia importante solo dopo averla persa”.

L’incontro, organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana Donne Medico-sezione di Savona, è patrocinato tra gli altri dall’Ordine dei Medici di Savona e dalla Sezione Italiana di Igiene – sez. Liguria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.