Basket, Under 17: il Cairo fa esperienza con un triangolare a Ceva - IVG.it

Basket, Under 17: il Cairo fa esperienza con un triangolare a Ceva

basket Cairo

Cairo Montenotte. In vista del campionato Under 17, che vedrà la squadra di Cairo fare il suo debutto domenica 12 ottobre alle ore 15 al PalaDonBosco di Genova contro il Basket Sestri, si è svolto sabato 4 ottobre a Ceva un triangolare che ha chiuso la preparazione.

La manifestazione prevedeva tre partite tra le tre squadre partecipanti, i padroni di casa della Reviglio Towers Ceva, i torinesi dell’Auxilium Monterosa e la squadra di Cairo allenata da Eugenio Maggiolo, alla sua prima apparizione ufficiale nella categoria Under 17.

Il gruppo, infatti, è quello che lo scorso anno aveva partecipato al campionato Under 15, e, con il solo inserimento di un elemento del 1998, Diana Andrea, si trova ad affrontare il campionato superiore.

Le tre gare in programma si sono svolte in un clima di allenamento, lasciando libertà di formazioni e permettendo così al Ceva di presentare in rosa alcuni giocatori fuori età così da poter far giocare al completo la sua squadra che si appresta ad iniziare il campionato Csi piemontese.

Nella prima partita tra Reviglio Towers Ceva e Auxilium Monterosa si sono imposti i torinesi per 87 a 64.

La seconda gara, invece, vedeva in campo i cairesi contro i torinesi. Dopo un inizio abbastanza contratto, caratterizzato da qualche imprecisione al tiro da parte di entrambe le squadre, l’Auxilium rispondeva ad un primo canestro del Cairo con un parziale di 9 a 0, realizzato in un paio di minuti. Il vantaggio veniva poi mantenuto sino alla fine del primo quarto che si chiudeva 15 a 6 per i ragazzi di Torino.

Nel secondo quarto, dopo un sostanziale equilibrio, era un nuovo sbandamento difensivo, con conseguente passivo di 12 a 2 subito dai ragazzi del Basket Cairo, a compromettere la partita portando il distacco a ben 19 punti. Dopo l’intervallo lungo, complice il riposo, ma sopratutto gli inevitabili urli dell’allenatore, il Basket Cairo scendeva in campo più motivato ed aggressivo e riusciva lentamente a ricucire il divario, arrivando a sole 6 lunghezze dagli avversari. Rimaneva questo il momento di maggior equilibrio perché poi l’Auxilium, più forte fisicamente, riprendeva il controllo della gara chiudendo anche il terzo quarto con oltre 10 punti di vantaggio.

L’ultimo quarto, complice la stanchezza, gli infortuni di un paio di elementi (Kevin Bardella fermato da un colpo al ginocchio e Bazelli Gjergji tenuto a riposo per una contrattura) ed in previsione della successiva gara contro il Ceva i ragazzi cairesi tiravano il fiato cercando di limitare i danni. Il distacco tornava oltre i venti punti, sino al risultato finale di 68 a 44 per l’Auxilium.

Complessivamente, a tratti, una discreta prova di esordio, a parte qualche sbandamento, da parte di tutta la squadra gialloblù, con una notevole prestazione in attacco da parte di Franz Kokvalaj con 15 punti e 9 rimbalzi e di Lorenzo Brusco con 7 punti e 10 rimbalzi conquistati.

Il tabellino del Cairo: Baccino Alessandro 7, Brusco Lorenzo 4, Bardella Kevin 2, Beltrame David, Perfumo Davide, Bazelli Gjergji 2, Diana Andrea 2, Ravazza Paolo 8, Pongibove Mattia 2, Kokvelaj Franz 15, Marrella Matteo 2, Iardella Giacomo.

La terza partita vede affrontarsi il Basket Cairo e i padroni di casa del Ceva. I ragazzi valbormidesi riescono a tenere solo per i primi 5 minuti gli avversari. Poi, contro il predominio fisico atletico degli avversari, possono poco, anche aiutati da un arbitraggio che lascia molto spazio a contatti e a qualche colpo proibito. Ai primi cambi per concedere riposo ai ragazzi di Cairo più grossi che meglio riescono a contrastare gli avversari, in alcuni casi di 3-4 anni più grandi, diventa molto difficile reggere il confronto ed il Basket Ceva riesce con un parziale di 10-0 a chiudere il quarto sul +12.

Ad inizio del secondo tempo, approfittando delle rotazioni degli avversari, il Cairo prova a rientrare in partita tentando il riaggancio, riportandosi a soli due canestri dai cebani e con la palla del -2 che resta sul ferro. La stanchezza per le due partite di fila e qualche cambio obbligato per il coach Maggiolo, per togliere i ragazzi che hanno dato tutto, permettono ai Towers di allungare nuovamente sino ai 16 punti di vantaggio con cui si chiude il primo tempo.

Nella ripresa, con la partita oramai chiusa dal punto di vista del risultato, entrambe le formazioni fanno ruotare tutti gli elementi e la gara rimane su un sostanziale piano di equilibrio. Sono 9 a 11 e 18 a 19 i due parziali di quarto, entrambi a favore del Ceva. Il risultato finale vede prevalere il Reviglio Towers Ceva per 64 a 45.

Due gare di approccio alla nuova categoria molto difficili per la squadra di Cairo, che sapranno comunque dare molte indicazioni all’allenatore in vista dell’inizio del campionato. Il lavoro da fare è sicuramente molto, ma trattandosi comunque per la squadra di un anno intermedio c’è tutto il tempo per arrivare ai livelli di gioco e ai risultati sperati.

Il gruppo infatti, trattandosi prevalentemente di atleti del 1999 e del 2000, si troverà a giocare nuovamente questo campionato anche nel 2015/16 con la stessa formazione. L’imminente campionato sarà quindi tutto incentrato alla crescita del gruppo.

Il tabellino del Cairo: Baccino Alessandro 2, Brusco Lorenzo 3, Beltrame David 1, Bazelli Gjergji 12, Diana Andrea, Gallese Simone, Ravazza Paolo 15, Pongibove Mattia, Dionisio Kaiky, Kokvelaj Franz 6, Marrella Matteo 5, Iardella Giacomo 1.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.