Cronaca

Albenga, giardini e ringhiere abusivi “Al Saraceno”: Andrea Nucera condannato a 2 mesi e 10 giorni

tribunale Savona aula

Albenga. Occupazione abusiva del suolo pubblico e del demanio marittimo. Erano queste le accuse contestate all’imprenditore cerialese Andrea Nucera che questa mattina è stato condannato dal tribunale di Savona a due mesi e dieci giorni di reclusione. La vicenda risale al 2011 e ruotava intorno ad alcune opere realizzate nel residence “Al Saraceno” si Albenga, a due passi dal mare e con vista sull’isola Gallinara.

Secondo quanto accertato dalla capitaneria di porto di Alassio, intorno al complesso turistico erano stati realizzati abusivamente dei giardini, degli impianti di irrigazione ed una recinzione. Opere che non sarebbero state regolarmente autorizzate. Per la precisione nel mirino della Procura erano finite sette ringhiere di ferro che delimitavano sei giardini, con relativo sistema di irrigazione, per un totale di 110 metri quadri e un altro giardinetto che occupava 36 metri quadri.

Opere che, dopo il controllo, erano state smantellate dalla proprietà del complesso “Al Saraceno” che aveva riportato le aree all’aspetto originario. Nonostante questo Nucera non aveva potuto evitare il rinvio a giudizio ed il realtivo processo che, stamattina, si è chiuso con la sua condanna.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.