Alassio, polemica sulla presidenza Gesco. Il sindaco chiarisce: "Non è un bando, ma nomina fiduciaria" - IVG.it
Altre news

Alassio, polemica sulla presidenza Gesco. Il sindaco chiarisce: “Non è un bando, ma nomina fiduciaria”

enzo canepa

Alassio. “Il bando è stato fatto nel rispetto dei principi di legge ed all’insegna della massima trasparenza”. Così il sindaco di Alassio Enzo Canepa chiarisce sulla nomina di Domenico Giraldi alla presidenza della società partecipata Gesco srl, una scelta quella del Comune alassino al centro delle polemiche con la minoranza che ha presentato una dura mozione, senza contare le dichiarazione dei due sconfitti al bando indetto dal Comune, Nicola Chessa e Stefano Bonagura.

Ma il sindaco Canepa chiarisce: “Nel rispetto delle indicazioni espresse dal Consiglio Comunale, con deliberazione n° 15/2013 è stata data adeguata pubblicità all’incarico da conferire per acquisire dichiarazioni di disponibilità da parte di soggetti idonei a ricoprire la carica. E’ stata poi effettuata una scelta fiduciaria, individuando il dott. Domenico Giraldi quale soggetto ritenuto professionalmente competente e in sintonia con gli indirizzi dell’amministrazione in carica, come sottolineato anche dal Consiglio di Stato che, tra l’altro, ribadisce trattarsi di incarichi fiduciari”.

“Quindi, a differenza di quanto erroneamente affermato dalla minoranza consiliare, non si è in presenza di un bando di gara che presuppone una procedura di valutazione, ma di una scelta fiduciaria espressamente prevista dalla legge e ribadita da una copiosa giurisprudenza”.

“Spiace constatare come, ancora una volta, la minoranza consigliare non perda occasione per diffondere false informazioni alla cittadinanza e sia assolutamente impreparata su qualsiasi argomento inerente l’attività amministrativa” conclude il sindaco Canepa.

leggi anche
Comune Alassio
Sport nel mirino
Il Tar a favore di Andrea Rapa condanna Comune di Alassio e la società Gesco
Comune Alassio
Nuova polemica
Gesco e accesso agli atti pubblici, Andrea Rapa: “Il Comune di Alassio deve rispettare la sentenza del Tar”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.