IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, lavori Aurelia Bis: stretta del Comune su amianto, polveri e rumori

Savona. Vertice questa mattina tra il Comune di Savona e Arpal sull’Aurelia Bis. Al centro i cantieri aperti per la realizzazione dell’infrastruttura viaria in corso Ricci, via Schiantapetto e via Turati, con particolare attinenza ai problemi su amianto, polveri e rumori.

Arpal, su incarico conferitogli dalla Regione Liguria, sta provvedendo a verificare il monitoraggio ambientale attuato dalla ditta e per garantire l’assenza di amianto derivante dalle operazioni di scavo nei vari cantieri.
La polizia municipale esegue ciclici controlli sulla presenza delle polveri, nonché sul rispetto delle prescrizioni in deroga in materia di emissione acustica. In caso di inadempienza, vengono emesse sanzioni amministrative nei confronti della ditta esecutrice, come peraltro già avvenuto.

Secondo gli accordi intercorsi ed in base alle vigenti normative, sul territorio comunale sono stati fissati i seguenti limiti massimi di inquinamento acustico: dalle 8,00 alle 12,00 db 75; dalle 13,00 alle 14,00 db 70; dalle 14,00 alle 18,00 db 75; dalle 18,00 alle 19,00 db 70. Per il lavoro notturno – dalle ore 22,00 alle ore 6,00 – i db massimi sono 70, con divieto di apertura dei cantieri nelle notti tra sabato e domenica e tra domenica e lunedì.

A seguito dell’incontro odierno il Comune di Savona ha deciso di emettere una ordinanza per meglio precisare i divieti inerenti alla presenza di polvere nei cantieri: la ditta dovrà fornire il cronoprogramma dei lavori al fine di facilitare ad Arpal l’effettuazione delle misurazioni. Infine, controlli ad hoc della polizia municipale, oltre a commissionare ad Arpal un congruo numero di controlli fonometrici in caso di mancanza dei previsti dispositivi di abbattimento acustico.

Sulle crepe nei palazzi la ditta esecutrice sta provvedendo al continuo monitoraggio dei condomini interessati e ad ulteriori approfondimenti geotecnici. Inoltre, come richiesto dal sindaco Federico Berruti, il Comune ha incaricato un proprio consulente geotecnico per analizzare e verificare ulteriormente i monitoraggi effettuati nelle zone interessate dai lavori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da auris_74

    …come si voleva dimostrare… crepe nei palazzi… sono anni che i responsabili sanno che gli edifici si sarebbero crepati e adesso fanno quelli che si stupiscono… non ho parole