Cronaca

Inchiesta Carige, Amisano e Vallebuona liberi ma con obbligo di dimora

Banca Carige

Liguria. “Vittoria” a metà per Francesca Amisano, nuora dell’ex numero uno di Carige Giovanni Berneschi, e il commercialista Andrea Vallebuona, arrestati nell’ambito dell’inchiesta sulla maxitruffa ai danni dell’istituto bancario. Il giudice per le indagini preliminari Cinzia Perroni ha disposto per loro la fine degli arresti domiciliari ma con l’obbligo di dimora nella provincia di Genova.

I legali avevano, infatti, presentato richiesta di attenuazione delle misure cautelari nei confronti di entrambi, incassando il sì della Procura. Per quanto riguarda in particolare Amisano a favorire la decisione del gip sono state anche le dimissioni dalle cariche societarie che la nuova di Berneschi ricopriva e il sequestro dei suoi beni.

Amisano e Vallebuona sono accusati di associazione a delinquere, truffa e riciclaggio. Per Vallebuona il gip aveva anche disposto l’interdizione dall’attività lavorativa per due mesi che decorrerà da oggi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.