Albenga, quarta edizione del festival “Ottobre De Andrè”: musica e solidarietà nel segno di don Gallo fotogallery

Ottobre De Andrè Albenga 2014

Albenga. “Insieme continuiamo ad essere trafficanti di sogni”. È questo il messaggio inaugurale scelto per la quarta edizione del festival “Ottobre De Andrè”, l’appuntamento musicale pronto ad animare Albenga da sabato 4 ottobre a domenica 25.

Il messaggio di don Gallo inciso su una mattonella “Sempre con coraggio cerchiamo di continuare ad essere trafficanti di sogni” sarà il biglietto da visita della manifestazione nata nel ricordo di Pepi Morgia, regista e light designer e amico del cantautore genovese. L’evento, patrocinato dalla Regione, è curato dall’associazione “I Fieui di Carruggi” (“I bambini del centro storico”).

Quest’anno “Ottobre De Andrè” animerà piazze, palazzi e teatri nel nome di don Andrea Gallo per raccogliere fondi a favore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova.

Primo appuntamento sabato 4 ottobre alle 17 a Palazzo Scotto Nicolari con “Il sogno e l’avventura”, tratto da un libro di poesie di Riccardo Mannerini, amico di De Andrè, che di lui diceva “Riccardo mi ha insegnato che essere intelligenti non significa tanto accumulare nozioni, quanto selezionarle una volta accumulate, cercando di separare quelle utili da quelle disutili”.

Nel corso della serata il figlio, Ugo Mannerini ricorderà il papà attraverso i racconti, le poesie e gli aneddoti sulla grande amicizia di Riccardo con Faber. Al termine Alberto Lupi Musso al pianoforte, Marisa Fagnani, voce e chitarra e Gianni Martini alla fisarmonica suoneranno le canzoni tratte dalle stesse poesie.

Domenica 12 ottobre alle 17 sarà la volta del “Gran Concerto per Don Gallo” al Teatro Ambra a cui parteciperà Cristiano De Andrè, insieme ad Aldo Ascolese, a Roberta Alloisio e Fabio Vernizzi e al gruppo dei Liguriani.

Sabato 18 ottobre alle 17 al Museo della Civiltà dell’Olivo andrà in scena l’ironia di Carlo Denei dei Cavalli Marci e la musica di Massimo Schiavon.

Gran finale sabato 25 ottobre alle 17 sempre al Teatro Ambra dove tutti i “trafficanti di sogni” amici di Faber calcheranno il palcoscenico: Dori Ghezzi, Antonio Ricci, Franco Fasano e Shel Shapiro per proseguire con Danila Satragno ed Enrico Maria Papes, la voce profonda dei “Giganti” che sta portando in giro per l’Italia il suo spettacolo “Se fossi Fabrizio” in cui immagina di ricantare le canzoni di Faber ai giorni nostri, accompagnato al pianoforte da Giampaolo Pape Gurioli, storico pianista di Joovanotti.

E ancora Max Manfredi, definito da De Andrè “il migliore in assoluto”, che presenterà il suo ultimo album “Dremong”. E poi Oscar Prudente, che ha collaborato con Mogol, Lucio Battisti, Gianni Morandi, Ivano Fossati, Francesco Baccini e lo stesso De Andrè, e Alberto Visconti, cantante leader del gruppo L’Orage. Infine Davide Geddo, Mauro Vero, Franchino Piccolo, Gianni Gollo e Paolo Frola, con le sue canzoni medical demenziali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.