Cronaca

Albenga, patteggiano i marocchini arrestati per spaccio di hashish

aula 2 tribunale sv

Albenga. Sono stati processati per direttissima questa mattina i due marocchini, Yassine Karoumi, 18 anni, e Said Matrek, di 42, arrestati ieri sera per spaccio ad Albenga. Il primo ha patteggiato un anno e otto mesi di reclusione e 3000 euro di multa, mentre il secondo un anno e quattro mesi e duemila euro.

Secondo l’accusa la coppia di nordafricani, intorno alle 19,30 di ieri, stava spacciando hashish nella zona del Centa. I due sono stati notati mentre erano seduti sul muretto del lungofiume, all’altezza del vecchio ospedale, probabilmente in attesa di clienti: un atteggiamento che ha insospettito gli uomini dell’Arma, i quali hanno iniziato ad osservare con discrezione quanto accadeva.

Poco dopo si è avvicinata un’italiana di circa 50 anni, alla quale i due hanno ceduto una dose di hashish. Originale il nascondiglio in cui conservavano gli stupefacenti: le dosi erano sistemate infatti nell’intercapedine tra due mattoni del muro. Dato che i militari hanno assistito in diretta allo scambio sono è scattato immediato l’intervento e il gruppetto è stato bloccato. Per i due marocchini erano quindi scattate le manette.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.