IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, minoranza all’attacco sulla Tasi: “Il Pd in Consiglio ha fatto chiacchiere da bar”

Albenga. “Per fare cassa il sindaco Cangiano, in più rispetto al 2013, impone 3 milioni di euro, sotto forma di Tasi, a carico dei cittadini, già in forte difficoltà, mentre esenta gli alloggi invenduti dai costruttori, i fabbricati rurali ad uso strumentale e le piccole attività commerciali, a danno delle famiglie di Albenga. E perché esentare dalla tassa secondo un criterio clientelare? Ce lo ha spiegato il consigliere Guerra negli ultimi secondi prima della votazione della delibera. ‘Si, questa delibera sulla Tasi è una bella marchetta’. E se non siamo più solo noi a dirlo dall’opposizione ma addirittura lo conferma il Pd, questo è grave. Infatti, a detta della consigliera Guerra, il partito Democratico di Albenga, lo scorso maggio, ha girato in campagna elettorale per raccogliere voti e consensi impegnandosi su certe agevolazioni, senza tener conto del danno alle famiglie albenganesi che vivono le difficoltà economiche di questo periodo storico e che pagano, anche per gli altri, un importo complessivo di almeno € 2.988.296,86”. Con queste parole i consiglieri comunali di minoranza Eraldo Ciangherotti e Ginetta Perrone, Forza Italia, oltre a Rosy Guarnieri e Cristina Porro della Lega Nord, commentano in una nota il dibattito di ieri sera, in Consiglio comunale, sulla delibera della Tasi.

“Mentre sono stati esentati dalla Tasi gli alloggi invenduti ancora in carico alle imprese edili, i fabbricati rurali ad uso strumentale e le unità immobiliari comprese nelle categorie catastali C1 (negozi e botteghe), C3 (laboratori per arti e mestieri), C4 (esercizi sportivi), C5 (stabilimenti balneari), restano, invece, tassati allo 0,75 per mille: magazzini e locali di deposito (C2), rimesse e box (C6), tettoie chiuse o aperte (C7) e tutti i D che sono, sommariamente, opifici, alberghi, teatri, cinematografi, case di cura, istituti di credito, etc. Ci pare una grave discriminazione che una parte del commercio venga tassato dalla TASI ed altri no, in un momento in cui tutto il settore terziario sta soffrendo ed è, come ammesso dallo stesso Sindaco Cangiano, in regressione” aggiungono i consiglieri di opposizione.

Prosegue la nota: “Ancor più stupefacente il sistema delle detrazioni previste, che decadono se il soggetto è proprietario, su tutto il territorio nazionale, di anche una minima percentuale di altro immobile ad uso abitativo. Se da un lato Cangiano finge di agevolare le famiglie, dall’altro le penalizza con il limite del beneficio. Infatti, con questa delibera, un padre di famiglia con abitazione principale in Albenga, se ha anche soltanto una minima percentuale di comproprietà di un’abitazione magari diruta nel paese di origine, non beneficerà delle detrazioni previste, a differenza invece di un altro cittadino “graziato” che, se proprietario di un’unica abitazione, godrà delle detrazioni o esenzioni concesse, seppure proprietario di alberghi, capannoni, negozi e altro”.

“Il partito Democratico di Albenga, ieri sera, con il silenzio imbarazzato di tutti i sei consiglieri nella discussione della pratica, ha dimostrato di aver perso la sua vocazione al principio di solidarietà e di redistribuzione equa del peso fiscale. Doppie agevolazioni per determinate categorie che non pagano né Imu né Tasi e doppia imposizione fiscale a carico delle famiglie. Ieri sera, infatti, sembrava di vedere i consiglieri del Pd seduti nei banchi della maggioranza a fare chiacchierate da bar” conclude la nota dei consiglieri Ciangherotti, Guarnieri, Perrone e Porro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da svullo

    Dopo aver assistito in TV al consiglio comunale mi chiedo come gli albenganesi abbiano potuto votare ed eleggere una amministrazione del genere……. e la chiamano una giunta vicina ai cittadini, si ma solo quelli di serie A !!!!!!!

  2. Scritto da NoNickNoName

    gli amichetti del cemento han colpito ancora…alla faccia dei cittadini….verrebbe da dire: albenganesi ben vi sta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! la prossima volta usatela testa per votare e non il ……..