IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, dramma in mare: 63enne si tuffa per salvare un bambino e muore, il piccolo salvato da un bagnino

Savona. Ha visto un bimbo in difficoltà in mare e, nonostante la corrente e le onde alte, non ha esitato un attimo e si è tuffato nel tentativo di salvarlo. Un gesto di altruismo che ha finito per costargli la vita: un uomo di 63 anni, Massimo Barlacchi, nato e residente a Firenze, infatti non è più tornato a riva ed è annegato. Il dramma si è consumato all’ora di pranzo, nel tratto di mare davanti alla Foce del Letimbro.

annegamento foce letimbro

Secondo quanto ricostruito, un bambino stava facendo il bagno insieme a due parenti e sorvegliato da riva dalla mamma, ma ad un certo punto è andato in difficoltà: faticava a restare a galla e la corrente lo stava trascinando sempre più al largo.

Nemmeno i due adulti che erano con lui erano in grado di nuotare verso la spiaggia e il terzetto si è ritrovato quindi in balia delle onde. Vista la situazione un uomo si è tuffato per aiutarli, ma non è riuscito a raggiungerli: anche lui è stato trascinato dalla corrente la largo e verso il molo di via Cimarosa.

Vedendo la situazione Massimo Barlacchi, che stava trascorrendo qualche ora in spiaggia assieme alla famiglia, ha deciso di buttarsi in mare insieme al cognato per tentare di soccorrere il bimbo. Un gesto eroico che purtroppo si è rivelato fatale per il sessantenne: l’uomo ha perso i sensi in acqua, forse per malore di natura cardiaca, e ogni tentativo di salvarlo si è rivelato inutile.

Nel frattempo in mare, con il moscone, è uscito anche il bagnino dei Bagni Sirena, che è riuscito a raggiungere il bimbo e gli altri adulti e, non senza fatica, a riportarne due a riva mentre altri due sono stati issati sopra la motovedetta della Guardia Costiera. Nel frattempo il gruppetto era stato trasportato dalla corrente oltre gli scogli, davanti ai Bagni Arci dove, stremati, sono arrivati sulla spiaggia dove ad attenderli c’era il bagnino dei bagni Olimpia, Hugo Poggi, che li ha aiutati. Sono stati soccorsi dall’automedica e dalle ambulanze e trasportati al San Paolo di Savona, ma fortunatamente non sono in pericolo di vita.

Sull’incidente sono in corso gli accertamenti della Guardia Costiera, intervenuta per soccorrere i dispersi in mare, e della polizia di Stato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Diabolik980
    Scritto da Diabolik980

    diciamo che sulla gestione dei nomi lasciate piuttosto a desiderare.

  2. angelo71
    Scritto da angelo71

    ieri sera ero proprio li a fotografare la luna e vedevo gente fare il bagno nonostante onde grosse, e proprio ieri dissi al mio amico che è da pazzi fare il bagno li con quel mare che sicuramente ci scappava il morto …ecco 12 ore dopo ….un gesto nobile di questo 63enne che ha perso la vita per l’imprudenza e incoscienza di altri!!!!!

  3. Scritto da smeralda

    Mare mosso signora il bambino non deve fare il bagno! Non è servito assisterlo dalla riva; impeditelo mamme ai vostri bambini di mettersi in pericolo! Polemiche a parte, ringraziamo quest’uomo che col suo gesto eroico ha perso la vita, un abbraccio alla sua famiglia.

  4. Scritto da pagliotz

    Solo una curiosità: come mai del povero cristo che è morto nel tentativo di aiutare il bimbo si sono detti nome e cognome, mentre dell’altro EROE che lo ha salvato solo le iniziali?

    1. Andrea Chiovelli
      Scritto da Andrea Chiovelli

      Perché del bagnino il nome non ce lo hanno voluto dire… i bagni, contattati, non hanno voluto rispondere.