Morte Matteo Zenari, i sindacati chiedono incontro urgente ad Enel - IVG.it
Cronaca

Morte Matteo Zenari, i sindacati chiedono incontro urgente ad Enel

Loano. “Pur consapevoli che sono ancora in corso le indagini e che le dinamiche del fatto sono ancora al vaglio della magistratura e delle altre autorità competenti, chiediamo un incontro urgente alla direzione Enel per una prima analisi congiunta di quanto accaduto”. Così i sindacati di categoria dopo la morte del tecnico Enel di 28 anni Matteo Zenari, rimasto ucciso folgorato durante i lavori di un cambio del contatore in una serra agricola.

“Non si riesce ad accettare il fatto che un giovane lavoratore di 28 anni esca di casa per svolgere il suo lavoro quotidiano e non torni più alla sua famiglia. Per questo, sottolineando l’urgenza di questa prima convocazione in tempi ristrettissimi, rimarremo in attesa degli sviluppi delle indagini per poter entrare più dettagliatamente nel merito e fare le nostre valutazioni sull’esistenza di eventuali responsabilità”.

“Il nostro pensiero va in questo momento alla giovane moglie, al figlio e a tutta la famiglia del povero Matteo Zenari, ai quali rivolgiamo le più sentite condoglianze e facciamo pervenire il forte abbraccio di tutti i lavoratori elettrici della Liguria, mettendoci a disposizione, come organizzazioni sindacali, per fornire loro tutto il supporto necessario in un momento così drammatico” concludono le organizzazioni sindacali di categoria.

leggi anche
  • Accuse
    Quattro indagati per l’operaio folgorato a Loano

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.