Festa di Ganesha ad Altare, Vaccarezza declina l’invito: “Sono indignato per la sorte dei due marò”

angelo vaccarezza

Provincia. Domenica 31 agosto il Monastero induista di Altare accoglierà più di cento comunità induiste presenti in Italia e in Europa per la festa della divinità Ganesha. Un evento a cui è stato concesso il patrocinio della Provincia di Savona ma che non vedrà la partecipazione, tra le autorità invitate, del proprio Presidente assente per esprimere solidarietà ai Marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, da più di due anni trattenuti in India.

“Come Provincia abbiamo concesso il patrocinio ad una Festa che per la comunità induista riveste un importante significato religioso, un riconoscimento che esprime il massimo rispetto dovuto a tutti coloro che professano un credo”, dichiara il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza.

“Ho quindi gradito l’invito a partecipare alle celebrazioni in programma ad Altare – prosegue – ma condividere questa giornata con l’ambasciatore dell’India a Roma, rappresentante di una nazione che da più di due anni tiene in ostaggio i nostri due marò del reggimento San Marco mi costringe, per ragioni di rispetto all’evento ed ai fedeli, di non prendervi parte”.

“Un’assenza indotta dalla volontà di non creare alcun disturbo alla liturgia della festa, cosa che sicuramente accadrebbe se intervenissi visto che non potrei sottrarmi dall’obbligo di esprimere profonda indignazione, prima come italiano e poi come rappresentante di un’istituzione – conclude Vaccarezza -, nei confronti di un Paese indifferente alla sorte di due militari italiani prigionieri senza alcun diritto”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.