Cronaca

24 anni in due, ma già ladre professioniste: arrestate a Ceriale dopo inseguimento

Ceriale. Quindici anni la più “scafata”, 9 la più giovane. E’ l’età delle due giovani ladre sorprese nel tardo pomeriggio di ieri dalla polizia municipale a svaligiare un alloggio di Ceriale.

Le due ragazzine, dopo aver portato a termine il colpo, si stavano allontanando dall’appartamento quando una agente della municipale, allertata dalla proprietaria, ha iniziato a inseguirle, da sola, a piedi. La vigilessa era in servizio appiedato, ma ha deciso lo stesso di lanciarsi sulle tracce delle due piccole ladre. Un servizio difficile e rischioso, ma che ha portato i suoi frutti: mentre la vigilessa non perdeva di vista le due giovanissime, di origine zingara, una autopattuglia della municipale le ha raggiunte ed è riuscita a fermarle.

Le due non avevano documenti con sé: sono state quindi portate prima in ospedale per il riconoscimento dell’età e successivamente fotosegnalate per scoprire eventuali precedenti. La 15enne sosteneva di conoscere le procedure essendo già stata in passato autrice di altri colpi: “I furti mi rendono”, avrebbe spiegato agli agenti. E in effetti, poco dopo, è arrivata la segnalazione di un altro furto, fatto sempre nel pomeriggio e scoperto dai proprietari quando sono rientrati.

Al termine delle verifiche, intorno alle 5 del mattino, l’incredibile scoperta: 24 anni in due per le rampanti ladre, che sostengono di essere sorelle nonostante la differente fisionomia (una è bionda con gli occhi chiari e l’altra mora con gli occhi scuri). La 15enne, che ha diversi precedenti in tutta Italia ed è già stata in carcere, è stata quindi arrestata e tradotta a Genova, mentre la piccola di 9 anni è stata data in custodia agli assistenti sociali.

La refurtiva, composta in prevalenza da oggetti d’oro – anelli, catenine, gemelli – è stata restituita alla legittima proprietaria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.