Economia

Savona, ripresi i lavori del nuovo ponte mobile in Darsena: pronto entro Natale

Rendering_PonteMobileDarsena

Savona. “Un’opera importante per tutta la Darsena ed il porto savonese”. Così il presidente dell’Autorità portuale di Savona Gian Luigi Miazza ha salutato la ripresa dei lavori nel cantiere savonese, dopo aver risolto la querelle con la vecchia ditta che aveva vinto l’appalto. Questa mattina l’intervento previsto è ripartito secondo i tempi stabiliti, con l’obiettivo di terminare l’opera entro 120 giorni.

L’Autorità Portuale di Savona ha affidato il completamento dei lavori all’impresa Edilvetta S.r.l. di Villanova di Mondovì (CN), già esecutrice in qualità di subappaltatore delle opere edili in essere, concludendo l’iter burocratico iniziato a seguito della procedura di concordato preventivo del precedente appaltatore, la società Cometal S.p.A. di Casale di Mezzani (PR), avvenuta nel febbraio 2013.

A seguito di un accordo trovato con la Cometal, erano stati consegnati e messi in opera nell’ottobre 2013 i due bracci in ferro, lunghi circa 12 metri e mezzo ciascuno, con una massa metallica di circa 30 tonnellate ed era stata successivamente raggiunta, secondo gli accordi stipulati, la risoluzione consensuale del contratto con l’autorizzazione da parte del Tribunale Fallimentare di Parma.

Si era resa, poi, necessaria una rivisitazione del progetto originario che aveva portato all’inserimento e alla messa in opera di elementi di arredo urbano di pregio, secondo le indicazioni della Soprintendenza, e all’individuazione dei più aggiornati dispositivi di sicurezza e di automazione oggi disponibili.

Il nuovo ponte mobile a rotazione orizzontale che sostituirà il vecchio ponte levatoio si presenterà con tre gradini nei due lati di accesso e una rampa laterale per i disabili allo scopo di eliminare ogni tipo di barriera architettonica e di agevolare la mobilità del trasporto bagagli.

Lungo venticinque e largo due metri e mezzo, sarà ricoperto da doghe trasversali di legno marino antiscivolo con il parapetto metallico e dotato di telecamere, cancelli automatici, fotocellule e segnali acustici e luminosi. Il costo complessivo dell’opera ammonta a 1,5 milioni di euro.

“Si è trattato di un percorso tecnico amministrativo più lungo del previsto – ha aggiunto ancora il presidente dell’Autorità Portuale Gian Luigi Miazza – ma che si è risolto positivamente come dimostra la ripresa dei lavori di oggi. In 120 giorni la struttura sarà ultimata”.

Nel dettaglio i lavori restanti riguarderanno: il completamento delle opere in cemento armato (locali tecnici, soletta di copertura alloggiamento retro anta ponte), l’impianto elettrico e i presidi di sicurezza, le opere di finitura e arredo urbano, sistemazione a verde e la demolizione del vecchio ponte a levatoio. Riguardo quest’ultimo passaggio, l’Autorità Portuale di Savona ha offerto l’esistente ponte gratuitamente a tutti i comuni della provincia senza ottenere alcuna manifestazione di interesse.

Il disegno del nuovo ponte mobile a rotazione orizzontale, che sostituirà il vecchio ponte levatoio, era stato originariamente indicato dall’architetto catalano Bofill riprendendo il modello di quello già realizzato a Barcellona.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.