IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio, Simonetti (Per Finale): “Questa battaglia si vince con i numeri”

Finale Ligure. “La dura vertenza Piaggio proietta su tutti noi finalesi un futuro più complicato e difficile. Dai lavoratori Piaggio ai commercianti questa crisi è di tutti” Lo dichiara Simona Simonetti, consigliere di minoranza del gruppo “Per Finale”.

“Occorre richiamare l’attenzione di tutti perché Finale Ligure non sarebbe stata la stessa senza la Piaggio – prosegue -. Dove Piaggio è tutta, una ed indivisibile. Sestri come Finale. Già il trasferimento a Villanova sarà una grave perdita, il ridimensionamento sarebbe un danno irreversibile”.

“Per Finale – spiega – insieme agli altri gruppi di minoranza ha chiesto un consiglio comunale sulla Piaggio e proposto un ordine del giorno di sostegno che prevedeva perfino il ripristino del vincolo produttivo sulle aree. Credo che sarebbe stato utile mandare i lavoratori a Roma con questo asso nella manica. Un asso nella manica che confermava la volontà del Comune di stare dalla parte del lavoro. La maggioranza ha preferito posticipare a dopo l’incontro del 18”.

“I fatti stanno dimostrando che si è trattato di un errore – sottolinea Simonetti -. Però su questo argomento non bisogna dividersi minoranza contro maggioranza. Questa battaglia si vince con i numeri: dobbiamo essere tanti. Politici e cittadini, lavoratori, studenti e commercianti. Senza furbizie politiche ma con solidarietà e determinazione”.

“Sono sicura che molti finalesi vogliono difendere questa fabbrica ed il lavoro. Facciamolo, lo dico alla maggiornaza. Rompiamo il silenzio e schieriamoci. Non basta andare ad incontrare l’Rsu ci vuole un’azione decisa. Mettiamo uno striscione sul Comune. Partecipiamo all’occupazione dei lavoratori Piaggio. L’amministrazione dia un segnale deciso della volontà di mantenere l’occupazione e la forza di questa industria. Non servono piccole azioni che danno visibilità ai singoli – conclude -, qui serve un’azione collettiva che dia visibilità all’obiettivo”.

Nella foto: il presidio in corso davanti all’azienda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.