Maltrattamenti alla Vada Sabatia, nove indagati tra i vertici della struttura - IVG.it
Cronaca

Maltrattamenti alla Vada Sabatia, nove indagati tra i vertici della struttura

maltrattamenti rsa vada sabatia

Vado L. L’inchiesta è destinata ad allargarsi andando verso l’alto. Tante volte nei mesi scorsi, riferendosi all’inchiesta sui maltrattamenti alla Vada Sabatia, nei corridoi della Procura si ascoltavano queste parole. Che nel mirino degli inquirenti ci fossero anche i vertici della Vada Sabatia non era quindi una novità, ma ora ha trovato delle conferme ufficiali. Sono nove infatti le persone indagate tra i dirigenti della struttura vadese e quelli della Segesta, la società che la gestiva.

Si tratta del legale rappresentante della Segesta, Franco Francione, di quattro mebri del cda della società, del dirigente dell’area medica Alberto Rossetti, del direttore amministrativo del personale Simone Simonetti, dell’ex direttore gestionale della rsa Vada Sabatia Maria Rosa Siffredi (che è stata esonerata dall’incarico) e della psicologa di Albissola Stefania Damonte.

Nei giorni scorsi agli indagati è stato notificato che il pm Giovanni Battista Ferro ha disposto una perizia sui server della Rsa e dell’azienda che la gestiva. L’accertamento tecnico è mirato ad accertare la presenza di documenti che confermino come la dirigenza della struttura fosse stata informata dei maltrattamenti e, di conseguenza, abbia avuto condotte omissive.

Per tutti e nove l’accusa è, a vario titolo ed in concorso, di favoreggiamento verso gli operatori indagati per gli episodi di maltrattamento verso i pazienti. L’ipotesi della Procura infatti è che i vertici della struttura e dell’azienda fossero a conoscenza di quello che accadeva nel Nucleo 3D, ma non siano mai intervenuti per fermare le violenze. Inoltre la Guardia di Finanza contesta anche la frode in pubbliche forniture a danno della Asl 2. Secondo gli inquirenti infatti le condizioni previste dalla convenzione con l’azienda sanitaria pubblica non sono state rispettate creando un danno erariale di diversi milioni di euro.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.