Concordia: insediato in Regione l'osservatorio di monitoraggio sullo smaltimento del relitto - IVG.it
Altre news

Concordia: insediato in Regione l’osservatorio di monitoraggio sullo smaltimento del relitto

Regione Liguria

Regione. Si è insediato sabato pomeriggio, presso la Regione Liguria, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del capo del Dipartimento della Protezione civile, il prefetto Franco Gabrielli, in veste di commissario delegato per l’emergenza naufragio della nave Costa Concordia, l’osservatorio di monitoraggio per le attività di smaltimento del relitto che avverrà nel porto di Prà-Voltri e nel porto di Genova.

All’insediamento erano presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, l’assessore regionale all’ambiente Raffaella Paita. L’osservatorio, istituito ai sensi dell’ordinanza del capo dipartimento della Protezione civile del 9 luglio scorso, avrà il compito di monitorare l’esatta esecuzione degli interventi per il riciclo e lo smaltimento del relitto della nave Concordia, secondo quanto è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il 30 giugno scorso.

L’Osservatorio è composto dalla Regione Liguria che avrà il compito di presiederlo, dal dipartimento della Protezione civile nazionale, dal Ministero dell’ambiente, dal Ministero delle infrastrutture e trasporti, dalla Direzione marittima della Capitaneria del Porto di Genova, dal Ministero della salute, dall’Istituto superiore di sanità, dall’Istituto superiore per la protezione dell’ambiente, dalla Provincia di Genova, dal Comune di Genova, dall’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure, dalla Asl3 Genovese e dall’Autorità portuale del porto di Genova.

L’osservatorio avrà inoltre il compito di interloquire con il Consorzio Saipem-San Giorgio, esecutore del progetto di smaltimento della nave e con Costa Crociere e di raccordo tra queste due realtà e la struttura commissariale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.