Cronaca

Alassio, “Poco pubblico per la Tosca” ed è polemica: “Il Comune preferisce strapagare i presunti Vip”

auditorium simonetti

Alassio. Parco San Rocco, nella suggestiva cornice dell’auditorium “Simonetti”, ieri sera ha inaugurato la rassegna lirica Liguria Opera Festival con la Tosca di Giacomo Puccini eseguita dall’Orchestra Filarmonica Italiana.

Stando a quanto scrive un’alassina sulla pagina Facebook “Sei di Alassio se…”, sembrerebbe che la risposta di pubblico abbia deluso le grandi aspettative per un evento di questa portata, e non mancano le polemiche per gli investimenti del Comune in altro genere di manifestazioni: “Che peccato! Per la Tosca in programma questa sera a San Rocco sono stati venduti ‘ben’ 17 biglietti! L’opera è stata eseguita lo stesso, dimostrando una serietà professionale ammirevole, ma era tangibile la delusione e mi è dispiaciuto constatare la poca attenzione per questo genere di eventi”.

Un numero di presenze preoccupante, la cittadina aggiunge con amara ironia: “Certamente i Vip (?) che facevano oggi il tiro alla fune sulla spiaggia davanti al Movida avevano più pubblico…” Il riferimento è all’evento fortemente voluto dall’assessore al Turismo Simone Rossi, l’Alassio Beach Festival che, tra rinvii e imprevisti (come la rottura della struttura di piazza Partigiani) ha tenuto banco sul litorale alassino con volti noti e meno noti della tv italiana.

Tanti i commenti ironici e dispiaciuti per lo scarso successo della Tosca a parco San Rocco. “Alassio preferisce 8 sconosciuti”, oppure “I non famosi, cioè i Vip, al tiro della fune sono stati scelti da un’Amministrazione comunale e ciò è scandaloso, la nostra città poteva non invitarli e soprattutto non pagarli, visto che con il nostro turismo di famiglie non c’entrano nulla, la Tosca a San Rocco sicuramente non è stata pubblicizzata, quindi c’è una pecca di comunicazione. Si spera soltanto in un miglioramento della situazione, ne abbiamo davvero bisogno!”, punta il dito un altro cittadino, accusando duramente la Giunta Canepa.

Lo sdegno di un altro alassino: “Parlano di un cachet di 11 mila euro per gli 8 ‘vip’. Qualcuno può confermare o smentire?”.

Poi, l’attenzione viene spostata sull’opera lirica: “Oltre che pubblicizzata in maniera pessima (nulla), la Tosca proposta a San Rocco rappresentava una produzione di qualità discutibile: da qui l’insuccesso di pubblico. Mettere in scena un’opera lirica (un’opera come Tosca, poi…) è impresa complessa, non si può fare in maniera così estemporanea, senza alcuna progettualità: o la si mette in scena in maniera adeguata, oppure è meglio non farla proprio. Non basta il titolo per attirare pubblico”, sottolinea un cittadino.

Caustica, la chiosa di un’alassina molto arrabbiata: “Una volta Alassio ospitava Hemingway…Ora Interrante!”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.