Abusi a La Mimosa, concessi gli arresti domiciliari a Casareto - IVG.it
Cronaca

Abusi a La Mimosa, concessi gli arresti domiciliari a Casareto

mimosa

Celle L. Il giudice per le indagini preliminari Emilio Fois ha concesso gli arresti domiciliari a Massimiliano Casareto. La richiesta di attenuazione della misura cautelare era stata avanzata al termine dell’interrogatorio di garanzia di lunedì dal suo legale, l’avvocato Mario Scopesi. Il pubblico ministero aveva dato parere negativo alla scarcerazione dell’indagato, ma il giudice, che in un primo momento si era riservato sulla decisione, ha invece optato per un alleggerimento della misura.

Casareto, accusato di abusi su minori nel periodo dal 2001 al 2009, lunedì aveva risposto alle domande del gip Fois in quasi due ore di interrogatorio. Il 45enne responsabile della casa famiglia “La Mimosa”, assistito dal suo legale, si era difeso sostenendo che le attenzioni che riservava ai giovani ospiti della struttura erano solo di natura “familiare” e “affettiva”.

L’avvocato Mario Scopesi, al termine dell’interrogatorio di garanzia, aveva chiesto appunto la revoca della misura di custodia cautelare, e in subordine l’attenuazione. Oggi la notizia della concessione degli arresti domiciliari a Massimiliano Casareto da parte del gip Emilio Fois.

leggi anche
mimosa
Verso la sentenza
Presunti abusi in casa famiglia a Celle: il pm chiede 9 anni per Casareto
Chiara Venturi
L'accusa
Processo Casareto, il pm: “La difesa ha voluto screditare le vittime”
tribunale Savona
La difesa
La difesa Casareto: “Si è cercato di creare la figura del mostro a 360°”
Savona Tribunale
Le parti civili
Processo Casareto, le parti civili: “Vittime credibili, il risarcimento in beneficenza”
mimosa
Colpo di scena
Presunti abusi in casa famiglia a Celle: assolto Casareto

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.