IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ritrovato il 65 disperso a Cairo: seguito a distanza dai soccorsi, non voleva rientrare

Cairo Montenotte. E’ stato ritrovato il 65enne che questa mattina si era allontanato dalla residenza protetta “Prà Ellera” in cui è ospite. L’anziano, che soffre di disturbi psichici, è stato trovato dall’unità cinofila del Comando Stazione Forestale di Zuccarello, unitamente al personale del Comando Stazione Forestale di Albenga, su una strada vicino all’istituto.

Le ricerche del disperso erano scattate questa mattina dopo le 7.30 in località Prà Ellera, ad opera di vigili del fuoco, soccorso alpino e volontari: sul posto anche carabinieri e personale sanitario. Non è la prima volta che un paziente della residenza protetta riesce a fuggire, ma questa volta la preoccupazione era più alta perché a diverse ore di distanza non vi erano ancora tracce dell’uomo.

All’inizio l’anziano non si è lasciato avvicinare, costringendo i soccorritori a seguirlo a distanza ravvicinata in attesa che si calmasse, per poi ricondurlo nella residenza protetta di cui è ospite. Il 65enne, nel momento in cui è stato localizzato, era in discrete condizioni di salute ma in stato confusionale e con diverse escoriazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ermes
    Scritto da Ermes

    Il più grosso problema della residenza protetta Praellera o Proveglia in dialetto, è che gli operatori transitano sulla stretta strada per arrivarci come dei piloti da rally, insidiando le curve per la maggior parte cieche come dei novelli Nuvolari, quando la massima velocità di sicurezza sarebbero i 25 massimo 30 Km/ora. Inoltre non sanno che in italia si guida tenedo la destra e non la sinistra. Io ho un terreno nella zona e anche il terreno dove sorge la residenza era dei mie parenti e conosco bene la situazione, ancora oggi per colpa di un’operatore che guidava alla Nuvolari si è rischiat l’incidente; su questo il Comune dovrebbe intervenire.

  2. Scritto da Enry

    @ ivg
    se aspettate ancora un po’ a passare il commento , devo desumere che qulcosa da voi non funziona.E da vecchio lettore mi dispiace.

  3. Scritto da Enry

    Si tratta dell’ennesima fuga dalla Residenza Protetta ( l’ultima nota e’ di 15 gg fa’ con intervento di 118 e Vigili del Fuoco) : credo che sia ora che l’Amministrazione di Cairo esiga ( ESIGA) dalla Direzione Sanitaria della Comunita’ , le prove delle contromisure prese per evitare il ripetersi del fenomeno. Si tratta di persone malate psichicamente e pertanto NON raziocinanti: ASPETTIAMO CHE SUCCEDA QUALCOSA DI GRAVE ALLA POPOLAZIONE residente nell’area prima di intervenire? Fra i ricoverati vi sono persone che hanno commesso gravi delitti: attendiamo che facciano il bis? Attendo la risposta del Sig. Sindaco.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.