Consiglio comunale dopo quattro mesi e con 22 punti all'ordine del giorno: polemica ad Albissola - IVG.it
Politica

Consiglio comunale dopo quattro mesi e con 22 punti all’ordine del giorno: polemica ad Albissola

comune albissola

Albissola M. “L’ultimo Consiglio si è tenuto il 13 gennaio: possibile che per quattro mesi la giunta Vicenzi – Nasuti non abbia ritenuto necessario convocare il Consiglio comunale con il risultato di predisporre un ordine del giorno allucinante come questo?”. La denuncia arriva dal gruppo di minoranza ViviAlbissola che attaccano l’amministrazione sulla convocazione del Consiglio comunale, in programma per il 9 maggio alle ore 21:00, con ben 22 punti all’ordine del giorno.

“Oltre tutto si tratta di un Consiglio comunale molto importante che tratta, tra le altre pratiche, l’addizionale Irpef, la tassa sui rifiuti Tari, il tributo sui servizi indivisibili Tasi, l’imposta unica comunale Iuc, il piano triennale delle opere pubbliche, il bilancio di previsione 2014 (e siamo quasi metà maggio), il conto consuntivo 2013. Tutte pratiche che incidono in maniera rilevante sulla vita degli albissolesi (sono tutti provvedimenti di natura economica) che meritano un’ampia discussione in sede di Consiglio Comunale. Ma come possiamo dare il nostro contributo se in una serata, dalle ore 21, si dovranno discutere 22 pratiche?” dice l’opposizione albissolese.

“Oltretutto la conferenza dei capigruppo, in cui la giunta dovrebbe illustrare le pratiche per facilitare il lavoro del Consiglio Comunale, è stata convocata per il giorno prima alle ore 18 quando, se tutto va bene, noi avremo a disposizione le pratiche mercoledì in tarda mattinata. Come possiamo, in così poco tempo, approfondire tutte e 22 le pratiche per poter dare il nostro contributo alla discussione?”.

“Purtroppo dobbiamo constatare come la giunta Vicenzi – Nasuti conferma, anche in occasione dell’ultimo Consiglio comunale del suo mandato, la propria inadeguatezza ed il totale disprezzo nei confronti della minoranza consigliare ancora una volta messa nelle peggiori condizioni possibili per espletare la propria funzione. Chissà se anche in quest’occasione Nasuti, come afferma per giustificare il fallimento di questi 5 anni, dirà che è tutta colpa di Vicenzi e che lui (vice sindaco, assessore all’urbanistica, cultura e turismo) non c’entra nulla e che ha sempre dovuto subire i diktat del sindaco?” conclude il gruppo ViviAlbissola.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.